Venerdì, 14 Dicembre 2018 20:10

Parco del Gargano, selezione direttore: “15 candidati da cui selezionare la terna”, le dichiarazioni di Marco Lion

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(0 Voti)

Nota stampa del consigliere dell’Ente, ecco quali sono i criteri e i nomi, “c’è una prima cerchia di candidati e una seconda “- dichiara Lion. I nomi.

 

"Per procedere alla selezione dei curricula ed alla identificazione della terna di candidati da sottoporre al Ministro dell’Ambiente sono stati indicati alcuni criteri da considerarsi come guida per meglio espletare il compito di caratterizzare i profili professionali ritenuti più congrui alle mansioni attribuite al Direttore del Parco-spiega Marco Lion.

 

A questo riguardo sono stati individuati i seguenti prioritari criteri:  Formazione universitaria (in particolare distinguendo fra profilo tecnico-scientifico e profilo giuridico-economico ed umanistico).  Livello di formazione post-universitaria e grado di specializzazione nella formazione professionale (con particolare riferimento al conseguimento di un dottorato di ricerca, master universitario, corsi di specializzazione, ecc. purché di significativa rilevanza, ovvero implicassero una durata non inferiore all’anno). - Pubblicazioni, distinguendo fra quelle a carattere divulgativo e quelle a carattere scientifico e, per queste ultime, quelle contenute in atti di convegni e quelle rinvenibili su riviste scientifiche indicizzate. - Esperienze professionali attuali e pregresse, distinguendo: o Posizione presso strutture pubbliche con particolare riferimento ai seguenti Enti: Ministero dell’Ambiente, Parchi Nazionali e Regionali , Riserve Naturali Nazionali e Regionali o Natura dell’incarico e livello di responsabilità: Responsabilità apicale (direzione generale), Coordinamento di settori od attività (work pakage): dirigente Direzione amministrativa di task: dirigente. Collaborazione tecnica: funzionario o Attività di professione libera: Attività di coordinamento: assimilabile al ruolo di dirigente apicale Attività di direzione: assimilabile ad un ruolo dirigenziale. Attività di collaborazione tecnica: assimilabile ad un ruolo di funzionario o Durata e continuità degli incarichi: Superiore ai 10 anni Superiore ai 5 anni Inferiore ai 5 anni - Tipologia essenziale degli incarichi più rilevanti svolti: Interventi di conservazione dei beni naturali / ambientali / culturali Pianificazione e programmazione territoriale in aree naturali protette Gestione tecnico-scientifica di importanti progetti di tipo naturalistico-ambientale (es. LIFE) Gestione amministrativa e consulenza giuridico-legale - Ambito in cui è significativamente maturata l’esperienza professionale: Ambito biologico, naturalistico, ecologico-ambientale Ambito ingegneristico e dell’architettura (comprensivo della gestione del paesaggio e della pianificazione territoriale) Ambito giuridico e giuridico-amministrativo Ambito economico-finanziario Ambito storico-umanistico (comprensivo della fruizione turistica del territorio) Ambito sociologico ed antropologico.

 

Alla luce dei criteri così definiti, si ritiene di proporre una cerchia più ristretta di candidature, evidenziando quei profili contraddistinti da una spiccata capacità ed attitudini a ricoprire il ruolo di direttore del Parco.

 

Una prima cerchia di candidati è rappresentata dai seguenti nominativi: Pignatelli, Russo, Rizzi, Andrisano, Pazienza, Strizzi, Buccomino, Massetti, Esposito.

 

Una seconda cerchia, più ampia, comprende (oltre ai precedenti candidati) anche i nominativi di seguito riportati: Gioiosa, Smiraglia, Varuzza, Scionti, Orsino, Vallarola. Complessivamente, si tratta di 15 candidature da cui selezionare la terna"-Conclude Lion.

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”