Mercoledì, 05 Dicembre 2018 09:45

San Giovanni Rotondo, politica, Rifondazione: «Cascavilla zitto, zitto, fa finta di niente»

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(2 Voti)

«C’è chi, eletto in maggioranza, passato all’opposizione e infine tornato alla casa paterna da buon figliol prodigo, gioca a fare lo statista immaginandosi Aldo Moro e anziché firmare le dimissioni e permettere ai cittadini di esprimersi, rilancia la palla nel campo del Sindaco».

 

Il circolo di Rifondazione Comunista di San Giovanni Rotondo, in una nota stampa, commenta l’attuale situazione politica.

 

La nota

 

«Zitto, zitto, fa finta di niente… E’ probabilmente questo ciò che pensa il sindaco Cascavilla. Far finta di niente pare l’unica strategia del primo cittadino. La nostra Città da mesi agonizza, sprofondata in una crisi amministrativa di cui non si vede la fine, senza un Dirigente dell’Ufficio Tecnico che firmi le centinaia di pratiche ormai accumulatesi negli uffici, senza un progetto politico e soprattutto con una traballante maggioranza in Consiglio Comunale. E il Sindaco continua a far finta di niente, come se niente fosse, sperando, da buon democristiano, che qualcuno si ravveda, che qualcuno, per il “bene della Città”, dia una mano alla sgangherata truppa.

 

E intanto la città si avvita su stessa in un’apatia contagiosa. Nonostante la gravità della situazione c’è chi, eletto in maggioranza, passato all’opposizione e infine tornato alla casa paterna da buon figliol prodigo, gioca a fare lo statista immaginandosi Aldo Moro e anziché firmare le dimissioni e permettere ai cittadini di esprimersi, rilancia la palla nel campo del Sindaco chiedendo che sia lui a dimettersi o per lo meno che dia un segnale di discontinuità. E il Sindaco lo accontenta rinominando la stessa giunta, con gli stessi uomini e donne e le stesse deleghe. Ciò che ieri non andava bene oggi rappresenta il segno di svolta e di rilancio dell’azione amministrativa. Il buon Costanzo, i suoi sodali e i loro interessi ringraziano. Ci saranno occasioni per sdebitarsi magari con un posto in Provincia. E così, nel gioco delle parti, si continua a far finta di niente. Tanto il mondo in fondo, gira come sempre».

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”

 

Giuseppe Limosani Il Maestro Partigiano