Martedì, 04 Dicembre 2018 07:12

San Giovanni R., il Pd al centrodestra di Cascavilla: "Incapaci di amministrare, liberate la città"

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(1 Vota)

Durissimo affonda della segreteria cittadina del Partito Democratico. Dopo l'apertura mostrata dal partito in Consiglio comunale per risolvere la crisi politico amministrativa che tiene bloccata la città oramai da diversi mesi, i dem - attraverso una nota ufficiale - svelano alcuni retroscena degli ultimi giorni e chiudono ogni possibile collaborazione con il centrodestra del sindaco Costanzo Cascavilla

 

 

"E’ trascorso quasi un mese dal giorno in cui, di fronte all’intero Consiglio comunale, il sindaco Costanzo Cascavilla dichiarava fallito il suo progetto amministrativo e in quella stessa occasione, cospargendosi il capo di cenere, chiedeva a tutte le forze politiche uno sforzo di assunzione di responsabilità per tentare di risolvere i numerosi problemi della città che, con i consiglieri della sua ridotta maggioranza, non era stato in grado di portare a soluzione per evidente e manifesta incapacità. In tantissime occasioni consiglieri, assessori e sindaco avevano dato dimostrazione di non essere all’altezza del ruolo che i cittadini, generosamente, avevano loro affidato e in cui l’arma del ricatto politico è stata la sola cifra dell’azione amministrativa. Con questi “chiari di luna” la situazione non poteva che precipitare lasciando la città allo sbando più completo. Incapaci (amministratori) hanno sequestrato la città", scrivono dal circolo Nicola Cisternino di San Giovanni Rotondo, sede della segreteria cittadina.


"Pur essendo pienamente consapevoli dell’enorme difficoltà che avremmo incontrato nell’aderire all’appello del sindaco, con tutti i dubbi circa l’affidabilità degli interlocutori, abbiamo comunque fatto uno sforzo nella speranza di portare le nostre idee a disposizione del sindaco. E’ di tutta evidenza - prosegue la nota dem - che l’intera programmazione amministrativa andava radicalmente cambiata così come andava cancellata la logica spartitoria dell’amministrazione Cascavilla (unico collante della stessa). Nell’unico incontro avuto con il sindaco e una sua delegazione composta da due ex sindaci, Salvatore Mangiacotti e Gennaro Giuliani (entrambi riferimento dell'attuale maggioranza: LEGA, FORZA ITALIA, UDC e civiche) tenuto domenica 18 novembre, il Partito Democratico chiariva immediatamente che la condizione per tentare di avviare un qualsiasi percorso era quella di mettere al centro un nuovo programma e con altrettanta chiarezza è stato ribadito che non avremmo chiesto nessun posto in giunta o altra carica. Il primo cittadino pur dichiarando di essere interessato si riservava di decidere, avendo la necessità di fare ulteriori incontri e che in ogni caso ci avrebbe aggiornato. A distanza di 15 giorni - è la chiosa della comunicazione ufficiale - tutto è stato fatto tranne che discutere seriamente delle prospettive della nostra città, nulla è dato sapere e siamo certi che nulla di buono accadrà. Ancora una volta (ma avevamo pochissimi dubbi) il sindaco e suoi sodali hanno preferito restare nel pantano dei ricatti irresponsabili per spartirsi qualche incarico e far pagare l’altissimo costo alla città. La miseria di questi comportamenti ipocriti che ufficialmente fanno appello a “comportamenti responsabili” e poi danno vita a soluzioni devastanti è ormai sotto gli occhi di tutti. Liberate la città, lo dovete prima ai cittadini e poi alla vostra personale dignità".

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”

 

Giuseppe Limosani Il Maestro Partigiano