Giovedì, 15 Novembre 2018 10:16

San Giovanni R.: Evasione tributi (TARI), è scontro tra Lega e Assoalbergatori

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(1 Vota)

Botta e risposta tra Franco Budrago (Assoalbergatori) e Mauro Cappucci (consigliere della Lega), Budrago: «parole fuori luogo e assolutamente non veritiere», Cappucci: «chi paga tace, chi non paga protesta».

 

È scontro tra Confcommercio e i consiglieri della Lega del Comune di San Giovanni Rotondo, al centro della polemica le dichiarazioni nell’ultimo Consiglio comunale del consigliere Mauro Cappucci: «facciamo i nomi dei grandi evasori di questa città, il 30% dei cittadini non pagano le tasse. Quale turismo si può fare senza raccogliere i soldi della TARI (tassa sui rifiuti) degli albergatori evasori ?» L’affermazione di Cappucci ha fatto insorgere la Confcommercio che il giorno successivo ha inviato una lettera al sindaco Costanzo Cascavilla e al presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Mangiacotti.

 

«Le affermazioni di Cappucci in Consiglio comunale senza la presenza di albergatori, sono gravemente lesive per l’onore, l’immagine e la professionalità della categoria degli albergatori del territorio che sostengono la maggior parte dell’economia locale. Pertanto gli albergatori aderenti ad Assoalbergatori/Confcommercio stigmatizzano fortemente le parole del consigliere e chiedono al presidente del consiglio di leggere il contenuto della lettera nel prossimo Consiglio comunale». La lettera è firmata dal presidente della delegazione Confcommercio Franco Budrago.

 

Non si fa attendere la risposta del consigliere Mauro Cappucci che rimarca la sua posizione e, dati alla mano, risponde agli albergatori. « Chi paga tace, chi non paga protesta. Abbiamo messo in evidenza che i primi a non dare una mano allo sviluppo del turismo nella nostra città sono proprio gli operatori del settore alberghiero. Già in passato ci siamo attivati affinché non si sottraggano a pagare la TARI utile a garantire il servizio e avere una città pulita. I primi a non sottrarsi da tale obbligo devono essere quelle categorie che di turismo vivono. Non è accettabile che si scaricano i costi solo sui cittadini ligi al proprio dovere».

 

I dati, forniti dall’uffici comunali al 14/11/2018 e diffusi dalla Lega, mostrano una situazione preoccupante. Dalla categoria alberghi e ristoranti non risultano versati 3.270.227 euro.

tabellalberghi

«Si evince dallo schema che la maggioranza di questa categoria, non versa la TARI, mentre l’85% dei cittadini adempiono regolarmente. E' facile capire che tale servizio viene garantito grazie all’impegno civile della stragrande maggioranza della popolazione e che una buona parte degli operatori del settore mettono in grande difficoltà il Comune, il quale garantisce con grandi sforzi il regolare svolgimento del servizio anche in maniera ottimale (raccolta differenziata pari al 65%). Per fortuna il Comune da qualche anno ha intrapreso azioni di recupero nei confronti di tutti gli evasori. Per questo nell’apprendere che i rappresentanti della suddetta categoria hanno avuto anche l’ardire di protestare ribadiamo ancora di più che l’unica strada da seguire è quella di regolarizzare tutto al più presto al fine di evitare di mandare in dissesto le casse comunali». Chiosa il comunicato della Lega.

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”