Venerdì, 02 Novembre 2018 13:02

Tutto il Sud scappa dal Giro d'Italia, resta solo San Giovanni Rotondo. Chi paga?

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(6 Voti)

Ecco quanto costerà la tappa del Giro d’Italia a San Giovanni Rotondo. Importante sforzo economico per ospitare la tappa del Giro, chi paga? Il Sindaco ha risposto a Milano ai cronisti sulla questione economica. “Prevista la partecipazione dei privati”, quali?

 

È stato ribattezzato come il Giro della Padania, mai come in questa edizione non sono previste tappe al Sud. È un fenomeno che progressivamente sta escludendo le regioni meridionali, nelle ultime dieci edizioni il giro ha fatto tappa al Sud appena 35 volte , per un dato così basso si deve risalire agli anni subito dopo il dopoguerra. A fermare la carovana prevalentemente al Nord lo sforzo economico chiesto da Rcs Sport, organizzatrice dell’evento (Rcs è un'azienda specializzata nella organizzazione di eventi sportivi e nella commercializzazione di diritti sportivi nata da una costola della Gazzetta dello Sport), e non solo.

 

Il Giro porta altre incombenze per le Amministrazioni, come quelle di sistemare strade e accogliere. Questa estate si era parlato di una partenza da Matera, prossima Capitale europea della cultura. Poi, però, la “Fondazione Matera 2019” ha rinunciato: “Rcs ci ha chiesto uno sforzo economico, abbiamo preferito puntare sui libri, su eventi culturali, sulla musica”. Il Giro partirà da Bologna, per la Grande partenza l’impegno chiesto alle pubbliche amministrazioni è di mezzo milione di euro. Ma quanto costerà l’unica tappa del giro al Sud Italia? Chi paga? La tappa Cassino – San Giovanni Rotondo costerà alla città di San Pio 180 mila euro.

 

Durante la presentazione del Giro a Milano i cronisti hanno chiesto al sindaco Costanzo Cascavilla (a capo di una maggioranza composta da LEGA – Forza Italia – Udc e civiche) come riuscirà ad adempiere alla spesa richiesta dagli organizzatori. “Una parte dei 180 mila euro sarà coperta dai privati- ha spiegato Cascavilla- il resto, quello di competenza diretta del Comune sarà desunto dagli introiti della tassa di soggiorno, che è stata introdotta da poco”.

La parte che spetta al Comune è di circa 60mila euro. Non è chiaro quali sono i privati che investiranno nella tappa del Giro, l’Amministrazione deve recuperare 120 mila euro in sponsorizzazioni. Potrà contare sul supporto della nota banca cittadina? La BCC coprirà tutto? Quali potrebbero essere altri soggetti che possano contribuire alle spese ?

 

Inoltre ci sono problemi in merito al Bilancio 2018, non a caso i revisori dei conti nell’ultima nota sulla proposta di delibera della variazione di bilancio (oltre 48mila euro) hanno espresso un parere contrario, variazione bocciata anche in Consiglio comunale. Sotto la lente d’ingrandimento le spese dell’ultima festa patronale, spesi 70mila euro (40 mila solo per Alex Britti), segno che le casse comunali non godono di buona salute.

 

C’è un’altra questione che riguarda il Giro non favorevole alla città di San Giovanni Rotondo, i corridori e tutti gli addetti non occuperanno le stanze degli alberghi sangiovannesi, la tappa ripartirà il giorno dopo da Vasto, per cui dopo l’arrivo tutti si trasferiranno nella città abruzzese. L’auspicio è che non si sia fatto il solito passo più lungo della gamba, come è accaduto nel Giro del 2013 a Napoli, dove esiste un contenzioso tra Rcs e Comune di Napoli per la mancata riscossione del “contributo” chiesto per le tappe del Giro.

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”

 

Giuseppe Limosani Il Maestro Partigiano