Giovedì, 04 Ottobre 2018 08:49

Gemellaggio Monte Sant’Angelo e Mont Saint-Michel, il Sindaco d’Arienzo: “Progetto di promozione internazionale”

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(0 Voti)
Un momento della cerimonia (foto Comune Monte Sant'Angelo) Un momento della cerimonia (foto Comune Monte Sant'Angelo)

Sin dal Medioevo il culto di San Michele è tra i più diffusi in Europa e numerosi sono i Santuari dedicati all’Arcangelo. I tre più importanti sono proprio il Santuario di Monte Sant’Angelo, la Sacra di San Michele in Piemonte e l’Abbazia di Mont Saint-Michel in Normandia, Francia.

 

“A maggio 2019, in occasione della seconda edizione del festival Michael, firmeremo il gemellaggio con Mont Sain-Michel in Francia per iniziare la valorizzazione e promozione comune della Via Micaelica europea”. Lo annuncia il Sindaco di Monte Sant’Angelo, Pierpaolo d’Arienzo, a margine dell’incontro con la delegazione di Mont Saint-Michel avvenuto proprio a Monte Sant’Angelo in occasione dei festeggiamenti di San Michele Arcangelo, lo scorso 29 settembre. La delegazione francese, guidata da David Nicolas, Sindaco di Avranches e Presidente dell’Unione dei Comuni “Mont Saint-Michel – Normandia” ha preso parte anche agli eventi istituzionali in programma e ad una tavola rotonda tenutasi venerdì 28.

 

Sin dal Medioevo il culto di San Michele è tra i più diffusi in Europa e numerosi sono i Santuari dedicati all’Arcangelo. I tre più importanti sono proprio il Santuario di Monte Sant’Angelo, la Sacra di San Michele in Piemonte e l’Abbazia di Mont Saint-Michel in Normandia, Francia.

 

“L’Abbazia di Mont Saint-Michel è stata costruita su una pietra proveniente dal Santuario di Monte Sant’Angelo e per noi questo invito e questo tavolo di lavoro propostoci dal Sindaco d’Arienzo è un ritorno alle nostre origini, alla nostra storia. Siamo entusiasti di iniziare questo percorso comune di valorizzazione e promozione” – ha dichiarato David Nicolas, Sindaco di Avranches, la Città del Vescovo Aubert, che nel 708 inviò sul Monte Gargano alcuni suoi messaggeri a prendere delle pietre dalla Grotta pugliese per fondare il Santuario francese.

 

“In un periodo storico dove si alzano muri noi costruiamo ponti-reti-relazioni internazionali” – dichiara Pierpaolo d’Arienzo, Sindaco di Monte Sant’Angelo – “Insieme ad altri grandi centri internazionali, infatti, stiamo lavorando alla creazione di una rete in grado di progettare, valorizzare e promuovere insieme i nostri territori. Dopo la creazione della rete nazionale con la Sacra di San Michele in Val di Susa (Piemonte) - patto firmato a maggio 2018 nella prima edizione di “Michael. Festival del patrimonio culturale, spirituale, naturale ed enogastronomico” - prosegue il lavoro di creazione della rete internazionale dei grandi Santuari dedicati all’Arcangelo Michele. In occasione dei festeggiamenti in onore di San Michele Arcangelo, infatti, abbiamo ospitato una delegazione di Mont Saint-Michel per iniziare a discutere delle azioni da mettere in campo per la valorizzazione e la promozione internazionale congiunta delle due Città e dei due Santuari. Un progetto che mira a promuovere all’estero la Città dei due Siti UNESCO. Un progetto di promozione internazionale per la nostra Città quindi, ma anche per il nostro territorio e per l’intera regione”.

 

“Michael e l’Europa. Verso la rete dei grandi Santuari dedicati all’Arcangelo Michele” è stato il tema della tavola rotonda tenutasi venerdì 28 settembre a Monte Sant’Angelo tra le delegazioni della città pugliese e quella francese.

 

 

Per Mont Saint-Michel erano presenti David Nicolas (Presidente dell’unione di comuni Mont Saint-Michel - Normandia e Sindaco della Città di Avranches), François Saint-James (Consigliere comunale della Città di Avranches), Hervè Berjon (Direttore Ufficio Turismo), Romain Rouland (Direttore della Comunicazione), Alain-Gilles Chaussat (Incaricato della missione “Paesi d’arte e di storia”) e Emmanuel Villain (Responsabile Accoglienza dell’Ufficio turismo di Mont Saint-Michel).

 

Il Sindaco della Città di Monte Sant’Angelo, Pierpaolo d’Arienzo, ha guidato la delegazione pugliese rappresentata da Claudio Costanzucci Paolino (Vice-Presidente Ente Parco Nazionale del Gargano), Angelo Fabio Attolico (Dipartimento Turismo e cultura della Regione Puglia), Rosa Palomba (Assessore alla cultura, turismo, istruzione della Città di Monte Sant’Angelo), Giorgio Otranto (Professore emerito dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e già Presidente dell’Associazione Internazionale ricerche sui Santuari), Carmela Strizzi (Direttore Ente Parco Nazionale del Gargano), Pasquale Gatta (Staff del Sindaco - Ufficio comunicazione e promozione della Città di Monte Sant’Angelo) e Don Gaetano Saracino (Rettore Missione Cattolica Italiana di Parigi).

 

La delegazione francese ha donato al Sindaco d’Arienzo un libro (in foto) che racconta la storia delle Apparizioni in Francia e un pezzo della pietra del Santuario di Mont Saint-Michel avvolto in un drappo rosso, un gesto molto simbolico che ripercorre la storia e la leggenda dei due luoghi e del loro legame.

 

L' appuntamento è  a maggio 2019 per l’apertura della seconda edizione di “Michael. Festival del patrimonio culturale, spirituale, naturale ed enogastronomico” che si terrà dal 4 all’11 maggio 2019.

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”

 

Giuseppe Limosani Il Maestro Partigiano