Domenica, 15 Aprile 2018 10:38

Forza Italia: "La Regione vuole chiudere anche il PPI, il sindaco D'Arienzo (Pd) deve dimettersi"

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

In una nota la sezione di Forza Italia di Monte Sant'Angelo condanna la decisione della Regione Puglia e il silenzio della maggioranza e del primo cittadino del centro garganico: "È arrivato il momento che d’Arienzo e la sua giunta si sveglino perché i montanari non vogliono più essere maltrattati dal PD"

"Nella seduta del 10 aprile, la Giunta Regionale del PD, con assessore Raffaele Piemontese, ha detto sì all’ordine partito dai Governi PD (prima Renzi e ora Gentiloni) di chiudere in Puglia 39 Punti di Primo Intervento (Pronto Soccorso), compreso quello di Monte Sant’Angelo, perchè ha attivato il 118 medicalizzato. La notizia è stata confermata dal Presidente della Regione Emiliano che ha affermato: “Lo ha chiesto il Governo”. Qualche settimana fa, il sindaco d’Arienzo, il PD e “CambiaMonte”avevano annunciato che, grazie alla Regione Puglia, loro sono capaci di mantenere gli impegni presi con i cittadini, sottolineando “Un lavoro svolto su più livelli che ha dato i suoi grandi frutti, grazie alla stretta collaborazione tra Amministrazione, Asl e Regione” (parole di d’Arienzo), facendo quasi intendere che l’appartenenza al PDè garanzia di benefici per Monte! D’Arienzo, però, ha dimenticato (non vogliamo pensare che abbia detto bugie!) di dire la verità: la medicalizzazione del 118 – che comunque non può soddisfare le esigenze di una città turistica come Monte – non è un servizio in più,ma è avvenuta solo perché chiude il PPI. In quindici anni alla Regione, il PD ha chiuso prima l’Ospedale, poi quasi tutti i servizi e ora chiude il PPI! Tanti saranno i problemi per il continuo taglio dei servizi sanitari fatto dal PD. È una decisione grave - scrive Forza Italia - che arriva dopo tante bugie dette ai cittadinie ai Consiglieri Regionali. Infatti, il Vice Presidente del Consiglio Regionale, Giandiego Gatta (Forza Italia), ha presentatonumerose interrogazioni proprio sulla riconversione degli ospedali in PPIT, ma Emiliano e il PD, impegnati a litigare sulla spartizione delle poltrone, non hanno mai ascoltato!Ancor più grave è che da d’Arienzo, dal PD eda “CambiaMonte”, che ci hanno abituati alla pubblicità anche sulle sciocchezze, questa volta non è giunta parola:sono in silenzio, non dicono nulla e neppure riescono a reagire all’ennesimo scippo che la Regione vuole fare a Monte. Cosa dice ora il tanto osannato assessore Piemontese? Cosa dice Emiliano? Nulla, silenzio assoluto. E la gente non riesce a capire i motivi per i quali d’Arienzo, il PD e “CambiaMonte” sono succubi di Piemontese! È arrivato il momento che d’Arienzo e la sua giunta si sveglino perché i montanari non vogliono più essere maltrattati dal PD! FI non farà mancare la propria voce, attraverso i suoi rappresentanti alla Regione, perché il PD la smetta di continuare a fare del male alla nostra città! Forza Italia chiede le dimissioni del sindaco d’Arienzo: se non sa tutelare gli interessi della città con il suo PD, suo presunto amico, non vogliamo immaginare come si farà trattare quando si trova in altri Tavoli Istituzionali!"

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”

 

Giuseppe Limosani Il Maestro Partigiano