Lunedì, 12 Marzo 2018 09:02

Parco del Gargano, i sindaci sfiduciano Tavaglione e chiedono maggiore comunione di intenti

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(0 Voti)
il sindaco di Peschici, Francesco Tavaglione il sindaco di Peschici, Francesco Tavaglione

In attesa della decisione per la nuova presidenza del Parco i sindaci chiedono la sostituzione del presidente della Comunità del Parco Franco Tavaglione, "Maggiore comunione di intenti, per questo riteniamo si debba immediatamente procedere all'elezione del nuovo Presidente della Comunità del Parco. Un passaggio utile a irrobustire la governance politica del Parco".

Un documento firmato dai sindaci della Comunità del Parco che annuncia la convocazione della Comunità del Parco con "all'ordine del giorno le dimissioni del Presidente in carica e l'elezione del nuovo presidente ". Il documento è firmato dai sindaci di  Vieste, Rodi Garganico, San Giovanni Rotondo, San Marco in Lamis, Rignano Garganico, Monte Sant'Angelo, Manfredonia, Lesina, Cagnano Varano, Apricena e Carpino. In sostanza è un documento di sfiducia nei confronti del sindaco di Peschici Tavaglione. "Riteniamo si debba immediatamente procedere all'elezione del nuovo Presidente della Comunità del Parco. Un passaggio utile a irrobustire la governance politica del Parco"- si legge nel documento.

 

Il documento firmato dai Sindaci del Gargano

"I sottoscritti sindaci dei Comuni i cui territori sono ricompresi nel Parco nazionale del Gargano osservano elementi nuovi che suggeriscono che la Presidenza della Comunità del Parco rifletta una maggiore comunione di intenti, in attesa si completi la procedura di nomina del Presidente del Parco da parte del Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.


Riteniamo si debba immediatamente procedere all'elezione del nuovo Presidente della Comunità del Parco. Un passaggio utile a irrobustire la governance politica del Parco. Un passaggio di chiarezza rispetto a ciò che lo stesso attuale Presidente e Sindaco di Peschici aveva preannunciato impegnandosi a dimettersi dopo la nomina nel Consiglio di Amministrazione del GAL Gargano e rispetto a posizioni inutilmente divisive dal medesimo espresse.


Sono trascorsi tre mesi dall'espressione del parere sul Piano del Parco da parte di noi Sindaci della Comunità del Parco. Nel frattempo, sono maturati indirizzi che sollecitano anzitutto le amministrazioni comunali a rendersi soggetti attivi degli obiettivi relativi a ambiente, sostenibilità e green economy trasfusi nel cosiddetto Collegato Ambientale (la legge organica di accompagnamento di ogni Legge di Stabilità nazionale) che chiede sia rafforzata la sensibilizzazione sul tema del Capitale Naturale e la sua integrazione nei processi decisionali politici.


La Puglia è lanciata a concretizzare gli obiettivi del Piano strategico del turismo regionale e della programmazione turistica prevista per il biennio 2018-2019.
Tutti elementi che, associati all'esaurirsi delle funzioni di piena rappresentanza dell'attuale Presidenza della Comunità del Parco, impongono la ricerca di un rinnovato equilibrio di sintesi dell’articolato mosaico costituito dai 18 Comuni del Parco Nazionale del Gargano.

I sottoscritti sindaci dei Comuni ricompresi nel Parco nazionale del Gargano, ai sensi dell'articolo 23, commi 4 e 5 dello Statuto dell'Ente Parco Nazionale del Gargano, che richiama l'art. 10 Legge Quadro sulle Aree Protette 6 dicembre 1991, n. 394, chiedono la convocazione della Comunità del Parco con all'ordine del giorno le dimissioni del Presidente in carica e l'elezione del nuovo presidente ".

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”