Lunedì, 05 Ottobre 2020 16:09

Monte Sant’Angelo: "Il respiro dello Junno", mostra fotografica alla Green Cave

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(0 Voti)
La locandina dell'evento La locandina dell'evento

La Green Cave di Festambiente sud ospita la mostra della fotografa Nicla Cannito, sarà visitabile dal lunedì al venerdì, inaugurazione il 10 ottobre.

Sarà inaugurata il 10 ottobre, alle ore 18, la mostra della fotografa di Manfredonia che ha come protagonista lo storico rione medievale di Monte Sant'Angelo.

 

Paola Ricucci sarà relatrice all'evento inaugurale ed anticipa "Il lavoro di Nicla si rivela più come un racconto per immagini, che non una sequenza fine a se stessa. Nicla ci racconta dello Junno, delle sue stradine, delle sue piazzette, delle pietre di un bianco abbacinante, del bianco della calce, delle lenzuola stese ad asciugare al sole, delle mandorle pelate e della ricotta. In queste foto sentiamo gli odori e i profumi che pervadono questi luoghi e la nostra mente va verso il passato mai dimenticato seppur, alle volte, rifiutato.

 

Percepiamo il silenzio, ma anche le parole non dette, la gioia e la rabbia non espresse, e il nostro pensiero va alle donne del sud, a volte vittime, a volte dominatrici, tenere, dolci, volitive e caparbie, a quelle donne che hanno saputo cadere e rialzarsi e che hanno lottato mai dome. Dalle foto emerge quel mondo di eleganza composta, di bellezza non urlata, di rispetto per se stesse e per gli altri, di valori e di tradizione". 

 

Nicla Cannito é nata a Manfredonia, dove attualmente vive e fotografa.

Si avvicina al mondo della fotografia in modo casuale, una decina di anni fa i suoi primi passi con una compattina sono stati un’esplosione di gioia, la voglia di scoprire l’ha portata a frequentare qualche corso di fotografia ed intraprendere un percorso alla ricerca di uno stile. Fa parte dell’associazione culturale ‘’Manfredonia Fotografica’’ di cui in passato ha ricoperto la carica di presidente di circolo, oggi membro del direttivo artistico, iscritta alla FIAF (federazione italiana associazioni fotografiche) ha conseguito negli anni diversi riconoscimenti e pubblicazioni su riviste di fotografia. Le diverse forme di comunicazione la affascinano e nella fotografia ha trovato quel dialogo intimo che svela lentamente l’Io nascosto. Un linguaggio espressivo in grado di trasmettere infinite emozioni.

 

La mostra sarà visitabile dal lunedì al venerdì con orario dalle 16 alle 20.30 e sabato e domenica con orario 10-13 e 16-21 nella Green Cave, in via Garibaldi 27 a Monte Sant'Angelo (Fg).

 

pubblicità3

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”