Giovedì, 01 Ottobre 2020 10:52

Aperture in anteprima del museo archeologico di Manfredonia

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(0 Voti)

Per tre giorni alla settimana, venerdì, sabato e domenica pomeriggio, sarà possibile visitare in anteprima lo spazio espositivo dedicato al racconto dei Dauni, di cui è attualmente in corso la realizzazione dell'apparato grafico e didascalico.

Il Museo nazionale archeologico di Manfredonia, in attesa del prossimo completamento dei lavori di allestimento, riparte dal 2 ottobre aprendo al pubblico la sala La terra del re straniero. L'iniziativa rientra nel programma #versoilmuseo, realizzato d'intesa con il Segretariato regionale del MiBACT per la Puglia, che coordina il cantiere in corso in qualità di stazione appaltante.

 

Per tre giorni alla settimana, venerdì, sabato e domenica pomeriggio, sarà possibile visitare in anteprima lo spazio espositivo dedicato al racconto dei Dauni, di cui è attualmente in corso la realizzazione dell'apparato grafico e didascalico. I visitatori potranno così avvicinarsi alla scoperta della collezione che ospita alcuni dei più importanti rinvenimenti funerari provenienti dal territorio della Puglia settentrionale, in cui si diffuse la civiltà daunia.

 

I materiali, distribuiti in un ampio arco cronologico che va dall'XI al V sec. a.C., provengono sia dalla fascia costiera prospiciente il Mare Adriatico (Monte Saraceno, Salapia, Cupola-Beccarini), sia dalla valle dell'Ofanto (Canosa-Toppiccelli), sia dall'area più interna del Tavoliere e dei Monti Dauni (Ordona, Orsara di Puglia, Biccari, Pietramontecorvino).

Il programma #versoilmuseo prevede altre due tappe successive: la restituzione alla fruizione della sala Pagine di Pietra, che racconta la manifestazione artistica più rappresentativa della civiltà dei Dauni, quella delle stele, e l'apertura al primo piano delle sezioni Venti del Neolitico. Uomini del Rame e Metropoli dell'età del Bronzo, che invece racconteranno le più antiche fasi della Preistoria sin dalla fine del VII millennio a.C.

 

La progressiva e graduale riapertura del percorso espositivo è il primo passo per la restituzione alla collettività del patrimonio culturale custodito dal museo.

 

L'intervento in corso, di prossima conclusione e a cura del Segretariato regionale del MiBACT per la Puglia, consentirà di realizzare anche la nuova illuminazione esterna del Castello e di migliorarne ulteriormente l'accessibilità.

 

pubblicità3

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”