Lunedì, 02 Settembre 2019 09:38

"Aauvia, tra mito e leggenda": mostra personale di Antonio Sacco nel Castello di Monte Sant'Angelo

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(0 Voti)
La locandina dell'evento La locandina dell'evento

Il tema su cui si basa la mostra è  sull'evocazione dei miti e delle leggende che hanno contraddistinto le origini del popolo dauno che dai tempi più remoti ha dimorato nel territorio garganico, dando vita così ad un percorso narrativo che ben si allinea al contesto storico delle sale.

Dal 2 al 15 settembre, il Castello Normanno-Svevo-Aragonese di Monte Sant'Angelo ospiterà "Aauvia, tra mito e leggenda", la mostra personale di pittura di Antonio Sacco, un omaggio inedito ai riti, miti e leggende protagoniste ai tempi dell'antica stirpe slava, ovvero dei Dauni, nel tempo in cui regnarono il Gargano. "Aauvia", infatti, è un termine di origine greca che identifica la Daunia. La mostra – che gode del patrocinio del Comune di Monte Sant'Angelo, dell'Ente Parco Nazionale del Gargano e di Ecogargano - sarà inaugurata oggi, lunedì 2 settembre, alle ore 17.30 e sarà presieduta da Maria Grazia de Rosa.

 

La personale è composta da circa quaranta dipinti e tre installazioni inerenti al tema della mostra a carattere temporaneo. Il tema su cui si basa la mostra è incentrata prevalentemente sull'evocazione dei miti e delle leggende che hanno contraddistinto le origini del popolo dauno che dai tempi più remoti ha dimorato nel territorio garganico, dando vita così ad un percorso narrativo che ben si allinea al contesto storico delle sale.

 

Antonio Sacco è nato a San Severo e vive a Conselve (PD). Dopo il diploma in pittura conseguito nel 2001 all'Accademia delle Belle Arti di Foggia alla cattedra del professor Gerardo Gerardi e affrontando le sue tematiche che spaziano dal recupero delle sue origini rivisitate in chiave esoterica a quella di denuncia sociale omaggiando gli eroi contemporanei, incomincia ad esporre a diverse rassegne collettive, tra le quali: "Punto e passa arte in movimento" patrocinata dal MIBAC rispettivamente a Foggia e Manfredonia (FG). Sempre nel 2001 partecipa alla triennale d'arte sacra a Lecce e alle biennali d'incisione calcografica di Acquiterme (AL) e Venezia e all'Expo arte di Bari. Nel 2004 con la galleria Alba di Ferrara espone all'arte fiera di Padova. Dopo una lunga interruzione dell'attività espositiva nel 2010 tiene parte a due mostre collettive che si tengono rispettivamente a Torino, galleria Ariele e al MAT-museo dell'Alto Tavoliere di San Severo (FG) dal titolo "Futuro il respiro del tempo"; inoltre viene segnalato al merito al premio Giorgione 2010 di Castelfranco Veneto. Nel giugno 2011 collabora con il MUSAE di Milano per una serie di mostre collettive itineranti sul territorio nazionale presso alcuni enti museali collaboranti con il MUSAE (museo-urbano-sperimentale dell'arte emergente) tra cui quello di Milano e tiene a Napoli presso l'officina d'arte creativa la rassegna del formato 20x20 cm ottenendo consensi dal pubblico e dalla critica. Nel 2012 partecipa ad una rassegna collettiva che si tiene al complesso museale di S. Paolo a Monselice (PD) che ha per tema il paesaggio contemporaneo veneto. Nel 2018 tiene parte a una mostra collettiva denominata: "Passaggi di identità" svoltasi alla Saccisica di Piove di Sacco (PD) e alla mostra Marcinelle 262 al Le Bois du Cazier, museo della mineralogia a Charleroi in Belgio. La sua prima mostra personale si è tenuta a Padova nel giugno 2019 presso la Sala verde dello storico Caffè Pedrocchi. Molte delle sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private.

 

pubblicità1

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”