Martedì, 03 Luglio 2018 11:37

Monte Sant’Angelo: Festambientesud, ecco la Gargano Summer School

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(0 Voti)

Nell’ambito della XIV edizione di Festambientesud che si terrà dal 26 al 29 luglio il corso è rivolto ad educaturi, docenti, operatori culturali, sociologi, psicologi e tecnici progettisti.

 

La Gargano Summer School è rivolta ad educatori, docenti, operatori culturali, sociologi, psicologi,architetti, ingegneri, agronomi, paesaggisti, geometri, urbanisti, liberi professionisti, funzionari della pubblica amministrazione e tutte le emergenti professionalità che si occupano di sviluppo urbano e territoriale, marketing territoriale, innovazione socio-culturale, startup d’impresa.

Rigenerare un territorio è un processo complesso che va affrontato in maniera transdisciplinare, integrando l’ottica della progettazione edilizia e urbana con quella della cura delle dinamiche sociali ed educative che possano innescare il cambiamento nelle comunità attraverso processi di cittadinanza.

 

Nell’ambito della XIV edizione di FestambienteSud, per quattro giorni insegnanti, educatori, tecnici progettisti e operatori culturali si confronteranno in un laboratorio transdisciplinare di rigenerazione a tutto tondo, coordinato da Carlo Patrizio e Vanessa Pallucchi con il supporto dei membri del comitato scientifico, che avrà come oggetto di analisi il centro storico della città UNESCO di Monte Sant’Angelo, la cittadina garganica che ospita l’evento formativo.


Il laboratorio ha come obiettivo formativo, in sintesi, quello di far acquisire ai corsisti una metodologia di lettura e azione progettuale integrata trasferibile in vari contesti per rigenerare le comunità e ridare senso e valore ai luoghi che esse abitano. La summer school si orienta proprio all’acquisizione di una metodologia di lavoro condivisa di tipo transdisciplinare e multiscalare che lavori su una idea di Piano integrato di rigenerazione urbana che metta sullo stesso piano gli aspetti materiali e le prospettive immateriali della "civitas" contemporanea, passando da un approccio di "Piano" a quello di "Processo", in cui diverse figure professionali convergono in un progettualità capace di generare il benessere delle persone e sostenibilità ambientale.


La metodologia di lavoro è improntata alla didattica laboratoriale su caso reale. Nel corso dei lavori del Laboratorio troveranno spazio sia interventi di alimentazione scientifica e culturale che momenti di confronto su case studies per alimentare con idee ed esperienze il processo di progettazione, che per un totale di 25 ore, affronterà i nodi metodologici e culturali dei due diversi aspetti della rigenerazione e che avrà lo scopo operativo di costruire la Struttura di Piano di un programma di rigenerazione

Approccio multidisciplinare alla progettazione urbana e territoriale. Negli ultimi anni, il continuo consumo di suolo e il crescente protagonismo cittadini in termini di pratiche urbane e di innovazione socio-culturale hanno accreditato l’idea di Rigenerazione come modello di intervento sul territorio contrapposto all’espansione incontrollata delle città. La Rigenerazione, per non rimanere un concetto astratto, deve però diventare presto e diffusamente anche efficace strumento di pianificazione esecutiva, consentendo di dare attuazione al piano urbanistico generale con approccio metodologico innovativo, integrato, strategico e partecipato, capace di superare i limiti della pianificazione novecentesca. La lettura del territorio come un sistema ad alta complessità ci obbliga infatti a guardare alla Rigenerazione Sostenibile sempre di più come a una nuova disciplina del progetto, autonoma e originale, fondata su uno statuto epistemologico proprio, capace di raccogliere le sfide e le opportunità poste da una città in via di trasformazione. Far convergere nello stesso atto progettuale istanze ecologiche, ambientali, socio-economiche, educative, culturali, identitarie, abitative, di sviluppo locale, di ergonomia urbana sembra oggi l’occasione per attraversare i confini di un sapere disciplinare verso una più efficace mescolanza di paradigmi progettuali differenti e un’inedita sensibilità professionale, che possa declinarsi in processi di innovazione e cambiamento.

 


La Summer School è progettata e coordinata da Carlo Patrizio, Vanessa Pallucchi e Franco Salcuni, con il supporto di un comitato tecnico scientifico composto da: Franco Fidanza, Matteo Fidanza, Girolamo Arciuolo, Chiara Pirro, Giulio Mandrillo, Adele Villani, Laura Pirro, Mariarosaria Rutigliano, Matteo Falcone, Michele Guidato, Silvano Vergura.

 

Accreditamenti

Il corso è valido:

ai fini dell’aggiornamento del personale docente (previa iscrizione tramite piattaforma S.O.F.I.A.),

ai fini della formazione degli educatori iscritti al Registro Nazionale di Legambiente,

ai fini dei CFP degli architetti, per i quali è stato richiesto il riconoscimento dei crediti all’ordine professionale.

Ore di frequenza: 25

Costi

Per i docenti di ruolo della scuola italiana (possibile pagamento anche con la Card del Docente) e professionisti non iscritti a Legambiente: 60 €;Per gli educatori del Registro di Legambiente e tutti gli iscritti all’associazione: 30 €. Il costo comprende iscrizione e materiali, non comprende spese di viaggio, vitto e alloggio.

PROGRAMMA

26 luglio

Ore 9.30 - Registrazione dei partecipanti

ore 10-13 - Presentazione del corso e contratto formativo - Vanessa Pallucchi vicepresidente nazionale di Legambiente e Resp. Scuola e Formazione, Franco Salcuni, docente, Legambiente Scuola e Formazione

Ore 13-14 - pausa pranzo

Ore 14-19 - La metodologia dei processi di rigenerazione urbana – Carlo Patrizio, ingegnere docente a contratto Università Sapienza di Roma

- Esplorazione conoscitiva del centro storico di Monte Sant’Angelo

- Illustrazione della struttura di Piano di Rigenerazione Urbana “Monte di vita”, output della scorsa edizione del corso – Carlo Patrizio in collaborazione con gli architetti Adele Villani, Chiara Pirro, Giulio Mandrillo, Mariarosaria Rutigliano e Gabriella Verardi.

27 luglio

Ore 9-13 - Territorio, comunità e rigenerazione urbana: metodologie e contenuti

Saluti delle autorità
Contributi di:

Immacolata Aulisa, storica docente Università di Bari

Angela Barbanente, urbanista docente Politecnico di Bari

Laura Marchetti, antropologa docente Università di Foggia

Sergio Salvatore, psicologo docente Università del Salento

Ore 13-14 - pausa pranzo

Ore 14-15 – La comunità sociale ed economica di Monte Sant’Angelo nel sistema Gargano e Capitanata, contributi di Franco Fidanza, docente di statistica alla Lumsa di Taranto, e Silvano Vergura, docente al Politecnico di Bari

Ore 14-19 - Laboratorio transdisciplinare di progettazione sulla rigenerazione urbana

28 luglio

Ore 9-13/14-19 - Laboratorio transdisciplinare di progettazione sulla rigenerazione urbana

29 luglio

Ore 9.30-13 Presentazione della sintesi progettuale del laboratorio, a cura dei corsiti

Per info e iscrizioni:
Telefono 0686828425 (Monica Pergoloni, ufficio nazionale Legambiente Scuola e Formazione)

Per il programma del festival (concerti, forum, degustazioni, mostre) www.festambientesud.it

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”