Venerdì, 29 Giugno 2018 10:29

Cagnano Varano: Jannacci e “Suoni nel Borgo", progetto speciale di FestambienteSud

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(1 Vota)
Paolo Jannacci Paolo Jannacci

Con Paolo Jannacci si completa il cartellone musicale del Festival 2018 di Legambiente, numerosi appuntamenti a Monte Sant’Angelo, Vieste, San Giovanni Rotondo e Cagnano Varano.

 

FestambienteSud farà tappa anche a Cagnano Varano per una serata speciale, mercoledì 1 agosto, alle ore 21,30, in Piazza del Purgatorio, appuntamento con Paolo Jannacci“in concerto con Enzo” (ingresso libero).

 

Jannacci si esibisce nell'ambito di "Suoni nel Borgo", progetto speciale di FestambienteSud per far scoprire e valorizzare un pezzo di identità urbana del Gargano. L'evento è organizzato grazie alla collaborazione di Comune di Cagnano Varano e del Parco Nazionale del Gargano. Oltre al concerto di Paolo Jannacci sarà l'occasione per un'anteprima di "Calici nel Borgo", manifestazione ormai radicata in quel luogo e che vedrà la prossima edizione il prossimo 11 agosto.

 

«Quest'anno ad impreziosire il programma estivo di Cagnano Varano - dichiara l'Assessore alla Cultura e al Turismo Mariella Scanzano - avremo il piacere di ospitare nel nostro bellissimo centro storico uno dei prestigiosi appuntamenti musicali di FestambienteSud. Nel nostro borgo antico, infatti, gli ospiti e i turisti presenti sul nostro territorio potranno trascorrere una gradevole serata accompagnati dalle note della pianista Paolo Jannacci che, insieme alla degustazione di alcune eccellenze enogastronomiche del territorio, renderà ancor più suggestivo il soggiorno nel nostro paese».

 

Paolo Iannacci pianoforte / Daniele Moretto tromba flicorno cori

Eclettico e talentuoso musicista figlio del grande ENZO JANNACCI, renderà omaggio alla musica del padre con "In Concerto Con Enzo", uno spettacolo pieno di energia poetica e musicale. Il ricordo di Enzo Jannacci è ancora vivo e le sue canzoni sono ancora immortali. Lo spettacolo rievocherà i successi di ieri mai dimenticati in una location molto suggestiva. Paolo Jannacci ha spesso collaborato con il padre nelle sue produzioni discografiche, ma vanta anche collaborazioni con numerose personalità del mondo della canzone e dello spettacolo italiani, fra cui Dario Fo, Paolo Conte, Giorgio Gaber, Massimo Ranieri, Cristiano De Andrè, Daniele Silvestri, Irene Grandi, Piero Chiambretti, Claudio Bisio e molti altri. Sul palco, insieme a Paolo Jannacci, al pianoforte, ci sarà Daniele Moretto (tromba, flicorno e cori).

 

Con Jannacci si completa l’ultimo tassello del cartellone musicale di FestambienteSud 2018 con concerti a Vieste, Monte Sant’Angelo, Cagnano Varano e San Giovanni Rotondo:

 

Progetto musicale di Paolo Fresu

25 luglio - Vieste

Paolo Fresu e Chano Dominguez duo – Marina Piccola, ore 21.30

26 luglio – Monte Sant’Angelo

Marco Bardoscia solo – vespro musicale nel Museo “Il Sentiero dell’Angelo”, ore 18

Avion Travel in “Privè tour” – piazza de Galganis, ore 21.30

27 luglio – Monte Sant’Angelo

Marco Bardoscia solo – vespro musicale nel Museo “Il Sentiero dell’Angelo”, ore 18

Greta Paniettieri in “shattered-sgretolata” - piazza de Galganis, ore 21.30

28 luglio – Monte Sant’Angelo

Marco Bardoscia e Alberto Parmegiani duo – Museo “Il Sentiero dell’Angelo”, ore 18

Francesco Bearzatti Tinissima 4h in “Monk’n Roll” – piazza de Galganis, ore 21.30

 

Progetti speciali

28 luglio – “Urban Regeneration jam” a Monte Sant’Angelo

La Famiglia, open No Fang e Totò Nasty & Untouch – Largo Dauno ,ore 22.30

1 agosto – “Suoni nel Borgo” a Cagnano Varano

Paolo Jannacci, “in concerto con Enzo” – Largo del Purgatorio, ore 21.30.

5 agosto – “Welcoming Europe” a San Giovanni Rotondo

The Wailers, open Sona Sle e M.organ D. meets The Humble’s Souls Project – Parco del Papa, ore 21 (biglietti su vivaticket.it)

 

Per aggiornamenti sul programma festambientesud.it

FestambienteSud 2018 è il festival nazionale di Legambiente per il Sud Italia, sostenuto dall’assessorato all’industria culturale e turistica della Regione Puglia nell’ambito del bando triennale per lo spettacolo dal vivo (FSC 2014-20). La programmazione musicale è curata da PAOLO FRESU, i progetti speciali, gli eventi culturali, formativi e i progetti speciali sono a cura di Legambiente, che è l’ente promotore e organizzatore. Il partenariato comprende anche la Regione Puglia, assessorato all’Agricoltura, il Parco Nazionale del Gargano, i Comuni di Monte Sant’Angelo, Vieste, San Giovanni Rotondo, Cagnano Varano, il Gal Gargano, la società Agritre, il Museo Vivente della Dieta Mediterranea di Pollica, Welcoming Europe, AzzeroCO2 e le società Axis Mundi ed Ecogargano.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”

pubblicita elezioni

 

Giuseppe Limosani Il Maestro Partigiano