Prima esperienza letteraria per Francesco Rinaldi l’infermiere con la passione della pittura e della letteratura. Rinaldi vive e lavora a San Giovanni Rotondo, nel libro molti riferimenti al Gargano.
Giovedì, 12 Aprile 2018 14:57

Mostra "La Grande guerra" a Vieste

Scritto da
La mostra, realizzata in occasione delle commemorazioni del centenario della Grande Guerra, vuole rendere omaggio agli uomini e alle donne che furono i protagonisti di quel periodo, rinverdendone il ricordo attraverso l'esposizione di pannelli didattici, stampe, illustrazioni, cimeli e divise dell'epoca.
Sinatti, giovane e talentuoso autore di “ La Splendente ” ( Ed. Feltrinelli), vincitore del prestigioso premio letterario Italo Calvino dedicato agli scrittori esordienti, sarà ospite del quinto appuntamento della rassegna Spazi inclusi.
Sabato 14 aprile, nella chiesa del Santuario, dopo la celebrazione delle 19.00,presentazione del volume tradotto in Italiano a cura Gesmundo, Scaramuzzi e Impagliatelli,(Edizioni Padre Pio da Pietrelcina, San Giovanni Rotondo 2016).
Con Legambiente il tour garganico di presentazione di "VIA", Immagini sonore di un viandante, primo disco da solista del musicista camminatore Giovannangelo De Gennaro. Appuntamenti a San Marco in Lamis, San Giovanni Rotondo e Monte Sant’Angelo.
Al Kunstverein Familie Montez la seconda data estera dello spettacolo musical gastronomico della Puglia “L’acquasala salverà il mondo“, il live show cooking del direttore artistico del Carpino Folk Festival .
“Spazi inclusi. racconti di libri, storie e persone” la rassegna letteraria a cura di Mara De Felici e Maria Antonia Di Maggio si occupa di poesia, nella giornata mondiale della poesia una serata dedicata Fernando Pessoa.
Curata dal Coordinamento Provinciale di Libera e dal CSV Foggia, è stata stampata in 3mila copie grazie al sostegno della Fondazione dei Monti Uniti di Foggia. Sarà distribuita gratuitamente nelle scuole e durante la manifestazione in piazza; è a disposizione di cittadini e associazioni presso il Centro di Servizio al…
Saranno coinvolti tutti gli alunni della cittadina garganica, l’iniziativa si svolgerà in Piazza dei Martiri e inizierà con un discorso sulla storia della piazza del prof. Matteo Fiorentino.
Venerdì, 09 Marzo 2018 09:06

A Manfredonia e San Giovanni Rotondo arriva #inCoro

Scritto da
Il primo progetto territoriale che trasforma i due Comuni del Gargano in una palestra di cittadinanza artistica, coinvolgerà oltre 150 tra bambini e ragazzi e culminerà il 24 marzo con un'azione teatrale collettiva in un bene architettonico.
Pagina 9 di 53

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”

 

Giuseppe Limosani Il Maestro Partigiano