Giovedì, 19 Settembre 2019 15:47

Il colonnello Aquilio: “Società civile? Il 9 agosto a San Marco in Lamis non c’era nessuno”

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Un momento della manifestazione a San Marco in Lamis e il colonnello Aquilio Un momento della manifestazione a San Marco in Lamis e il colonnello Aquilio

Il comandante dei carabinieri lascia la Provincia di Foggia, promette che seguirà ancora le vicende relative al territorio e parla della strage del 2017 dove hanno perso la vita i fratelli Luciani, si dice deluso dalla partecipazione dei cittadini alla commemorazione.

“Quando mi inviarono a Foggia mi dissero che era una sfida, che non sarebbe stato facile”,ha detto il colonnello Marco Aquilio (in foto) durante la cerimonia di commiato. Aquilio ha, per tre anni, guidato l’Arma dei carabinieri in Provincia di Foggia, “Foggia è fatta di cittadini perbene che vogliono essere aiutati”.

 

Il colonnello ricoprirà la Direzione dell’Ufficio Criminalità Organizzata, presso il Comando generale dell’Arma, segno che il suo lavoro in provincia di Foggia è stato apprezzato anche dai superiori. Questa mattina il Quotidiano L’Attacco pubblica una lunga intervista al colonnello, molti i temi trattati nel bilancio di Aquilio. Tra le domande rivolte al colonnello una anche sulla strage di San Marco in Lamis.

 

La strage di San Marco in Lamis del 9 agosto 2017 ha rappresentato una data spartiacque, dopo di allora la presenza dello Stato e l’azione di contrasto alle mafie di Capitanata sono state potenziate in maniera lampante. Oggi come inquirenti avete un quadro chiaro dei motivi del quadruplo omicidio e del quadro complessivo delle mafie di questa provincia?

«Abbiamo delle idee molto più chiare rispetto al passato- afferma Aquilio- mancano ovviamente alcuni autori materiali. È vero che si tratta di uno spartiacque, perché si è preso coscienza di alcune cose. Su diversi aspetti già stavamo lavorando. Lo si è visto: dopo la strage sono state prese iniziative che in così breve tempo non avrebbero mai potuto avere un esito di quel tipo. Si è preso coscienza di una mafia molto spregiudicata. E anche i cittadini hanno preso coscienza che quel ragionamento, che a volte si fa, “tanto finché si ammazzano tra di loro...” non è un principio che può essere sempre riconosciuto. Questo mio pensiero l’ho espresso alla famiglia Luciani, che sono andato a trovare. Sono sincero- aggiunge il colonnello- sono rimasto un po’ deluso dall’ultimo evento, in occasione dell’anniversario della strage, il 9 agosto scorso. Togliendo parenti, stampa, istituzioni e presidi come Libera, non c’era nessuno. Allora ci vuole un maggiore coinvolgimento di tutti, anche della popolazione. Se durante una fiaccolata , in una cittadina di 3 mila abitanti, ci sono 100 persone che partecipano ci dobbiamo preoccupare e seriamente. Non bastano 100 fiaccole, sono necessarie 3 mila».

 

 

pubblicità3

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”