Sabato, 01 Dicembre 2018 11:13

I randagi del canile di San Giovanni Rotondo a rischio trasferimento, l'Enpa: "La legge non lo permette"

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(1 Vota)

L'associazione animalista: "Struttura di destinazione sovraffollata, ostacoli tali da non permettere ulteriori ingressi. Difficile da comprendere e motivare il comportamento delle istituzioni e delle autorità di San Giovanni Rotondo". I volontari della città di san Pio: "Abbandonati a noi stessi"

I randagi del canile di San Giovanni Rotondo potrebbero essere trasferiti in una struttura gestita a Bari dalla ditta Mapia. L'ipotesi, secondo quanto appreso da Enpa, è al vaglio dell'Amministrazione comunale ma Asl e Regione avrebbero espresso forti perplessità sul trasferimento. A tale "soluzione" è contrario anche l'Ente Nazionale Protezione Animali. Nei giorni scorsi l'associazione ha scritto al Comune e all'Asl di Foggia proprio per comunicare e motivare il proprio dissenso.

La struttura, fanno sapere dall'associazione animalista, cui sarebbero destinati gli animali, un canile di Bari gestito dalla ditta Mapia, sarebbe in condizioni di sovraffollamento tali da non permettere ulteriori ingressi. Ci sono, poi, ostacoli di natura normativa poiché la legge regionale a tutela del benessere animale, per evitare "inutili" situazioni di stress ai cani, vieta il trasferimento dei randagi da un territorio all'altro. Inoltre, secondo la Protezione Animali, lo spostamento dei randagi è una non-soluzione; un modo di guadagnare tempo per tamponare l'emergenza senza intervenire sulle reali cause del fenomeno.

«Non c'è trasferimento che tenga - spiega Daniela Fanelli, coordinatrice regionale Enpa per la Puglia - perché se non si interviene con una massiccia campagna di sterilizzazioni a tappeto e di adozioni, nel canile di San Giovanni Rotondo come in quelli di altre città, il problema randagismo si ripresenterà continuamente».

«Per questo, è molto difficile da comprendere e motivare il comportamento delle istituzioni e delle autorità di San Giovanni Rotondo, che, a fronte degli straordinari risultati ottenuti da Enpa sul fronte delle adozioni e dell'assistenza ai randagi non hanno dato alcun supporto ai volontari. Siamo abbandonati a noi stessi. Da soli abbiamo soccorso le molte cucciolate scoperte nel soccorrere sul territorio. Da soli abbiamo trovato le adozioni, anche per i casi impossibili. E sempre da soli - denunciano i volontari Enpa di San Giovanni Rotondo - abbiamo trovato gli stalli per evitare nuovi ingressi nei canili. Stalli di cui hanno beneficiato, è doveroso ricordarlo, anche le casse comunali».

«Prima di deportare decine di animali - è la chiosa della nota Enpa -, il Comune dovrebbe sostenere chi l'emergenza randagismo ha concretamente mostrato di saperla affrontare e di poter contribuire di risolverla».

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”