Giovedì, 13 Settembre 2018 09:46

Apricena, in 15 nel furgone in condizioni disumane: arrestato caporale

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)
Immagine di repertorio Immagine di repertorio

Il 7 settembre gli agenti della Polizia di Stato della Squadra Mobile della Questura di Foggia – Gruppo San Severo e del Commissariato di P.S. di San Severo, con la collaborazione del Nucleo Ispettivo del Lavoro dei Carabinieri - hanno tratto in arresto M.D. (1988) con l'accusa di "intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro"

 

Nel corso di un servizio preordinato volto a contrastare il fenomeno del Caporalato, intensificatosi ulteriormente nel periodo delle raccolte stagionali, gli investigatori individuavano una zona rurale in agro di Apricena, ove erano stati notati degli uomini di colore che raccoglievano pomodori. Iniziava tempestivamente un’attività di osservazione. L’attività investigativa con appostamenti e pedinamenti consentiva di ricostruire l’intera giornata lavorativa dei braccianti.
Il lavoro cominciava verso le 6:00 di mattina, i lavoratori giungevano sull’area coltivata trasportati a bordo di un furgone blu, fatiscente. L’uomo che conduceva il mezzo era il Caporale, lo stesso che controllava il lavoro sui campi. Verso le ore 14.30 alla fine della giornata lavorativa, gli operatori si appostavano in zona e procedevano alfermo e al controllo del veicolo notato nei servizi di osservazione. Si procedeva all’identificazione del conducente e degli occupanti, i quali erano stipati all’interno del cassone, alcuni seduti ed altri in piedi, in numero di 15 braccianti di colore, trasportati in evidente violazione di norme igieniche e di sicurezza, oltre che in condizioni disumane. All’interno del furgone i braccianti erano trasandati, sporchi e molti calzavano ciabatte. Condotti in ufficio, i lavoratori venivano tutti identificati e rifocillati. Gli stessi fornivano agli investigatori preziosi spunti investigativi circa l’ipotesi di reato di Caporalato. Venivano inoltre sequestrati documenti attestanti la contabilità del lavoro nero e denaro contante, rinvenutiin possesso del D.M. in seguito alla perquisizione personale. Alla fine delle formalità di rito il “Caporale” veniva tratto in arresto e condotto presso la Casa Circondariale di Foggia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”