Domenica, 15 Gennaio 2017 12:57

Emergenza a Monte Sant'Angelo: al gelo e senz’acqua, scoppia polemica con la Regione e il Comune

Scritto da 
Vota questo articolo
(3 Voti)

L’acqua manca da diversi giorni. Situazione critica per anziani, attività commerciali e scuole. La protesta sui social investe anche il presidente della Regione Michele Emiliano ma la sua risposta non piace ai montanari. In tilt gli impianti di riscaldamento delle scuole, a rischio il normale svolgimento delle lezioni

ANZIANI - Tra tre giorni il servizio idrico non è garantito, non basta il servizio di “carro botte” organizzato dall’Aqp per un minimo approvvigionamento. Per le esigenze della popolazione anziana della Città Unesco non è sufficiente l’impegno dei volontari delle associazioni locali e dei, tanti, cittadini.

A VolMonteIN CITTÀ - Molti rioni, al momento, sono senza acqua e in molte abitazioni private il sistema di riscaldamento non funziona a causa della bassa pressione dell’acqua. “Ci siamo svegliati con tutto il paese senza acqua, ad eccezione di un solo quartiere, che dipende da un altro tronco”, racconta un residente della città dell’Arcangelo. “La circolazione, inoltre, non è certo agevole, perché tante strade sono ancora piene di ghiaccio. In alcune non è passato neanche lo spirito santo”. Il COC (Centro Operativo Comunale) secondo le informazione che arrivano dal cento garganico, non è stato attivato nonostante la presenza di un Piano di Protezione civile datato 2013.

SCUOLE - Critica la situazione in tutti gli istituti scolastici: nella sede centrale della “Giovanni XXIII” non funziona l’impianto di riscaldamento a causa della rottura di un tubo dell’acqua; stessa situazione nel plesso Montessori; in quello “Belvedere” a subire danno sarebbe stato l’intero impianto. Rischio sicurezza alla scuola elementare "Tancredi": scalinata lesionata e transennata col nastro bianco-rosso (nonché la solita mancanza di acqua). Pochi gli alunni che, nella giornata di ieri (sabato 14 gennaio), hanno fatto rientro a scuola. La loro permanenza all’interno delle classi è durata poco, la maggior parte dei genitori (in virtù dei termosifoni spenti quindi delle basse temperature) hanno deciso di riportarli a casa. Un po’ meglio la situazione negli istituti secondari, nel “Palazzo degli Studi” che ospita Classico e Scienze Umane, ma anche qui nonostante i termosifoni funzionassero il dirigente scolastico ha autorizzato l’uscita anticipata degli studenti.

VIABILITÀ - Nei giorni scorsi molte corse degli autobus da e per Monte Sant’Angelo sono state abolite, le strade, comprese quelle di pertinenza provinciale, non sono state rese transitabili. La situazione è ancor più critica nelle zone interne del territorio comunale. Sono diverse le aziende agricole, in special modo quelle ubicate a nord del centro abitato, in seria difficoltà per reperire acqua potabile e cibo per gli animali.

LA POLEMICA – “Credo che ci siamo dimostrati un popolo civile e paziente. Ora però credo sia giunto il momento di pretendere giuste risposte da chi ci governa. Per quanto tempo avremo ancora l'emergenza idrica? Perché non si provvede ad organizzare una distribuzione capillare almeno ad attività commerciali ed anziani? Oggi ilA Post Emiliano servizio è lasciato in mano alla buona volontà di pochi volontari, e l'acqua è distribuita solo ad anziani che ne fanno richiesta (in tanti non sanno nulla). Una città da tre giorni senza acqua, e senza notizie ufficiali per il ripristino. Non credete sia giunta l'ora di rinforzare i servizi, e chiedere se necessario l'intervento dell'Esercito?”. È il post social che ha chiamato in causa anche il governatore Michele Emiliano che ha risposto: “Purtroppo siete senza sindaco e dovete aiutare voi l'Aqp a portare l'acqua alle famiglie che non possono rifornirsi dalle autobotti. Forza in strada a dare una mano e se serve aiuto chiamatemi”. Commento che ha sortito il disappunto di diversi cittadini che hanno evidenziato anche il mancato intervento del Comune guidato dalla Commissione Prefettizia dal luglio del 2015.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”