Domenica, 11 Ottobre 2020 17:16

San Giovanni Rotondo: “La prevenzione comincia sui banchi di scuola”, la visita di Lopalco all’ Istituto Alberghiero

Scritto da  Giulia Rita D’Onofrio
Vota questo articolo
(0 Voti)
Un momento dell'incontro Un momento dell'incontro

“Questa seconda ondata ci ha rimessi in allarme, dopo un’estate in cui ci siamo fin troppo rilassati. Sembrava che fosse tutto finito, ma, in realtà, non è mai volta al termine questa situazione emergenziale”.

Nella mattinata di sabato 10 ottobre 2020, alle ore 11:00, presso l’Auditorium dell’ I.P.E.O.A. “ Michele Lecce “ , Istituto Alberghiero, con sede a Manfredonia e San Giovanni Rotondo, si è svolto, con intensa partecipazione di docenti e studenti delle classi quinte della scuola, l’evento formativo: “La prevenzione comincia sui banchi di scuola”. Organizzato dai Lions di San Giovanni Rotondo, in collaborazione con la predetta comunità educante, che non ha esitato, nel rispetto delle norme sanitarie vigenti, ad accettare, con sommo piacere, l’invito estesole.

 

Superlativo ed impeccabile padrone di casa il Professor Luigi Talienti, Dirigente Scolastico, il quale ha aperto, con abile maestria, i lavori: “Ringrazio vivamente il Lions Club di San Giovanni Rotondo, per la proposta rivoltami, circa la realizzazione di quest’iniziativa formativa. La scuola, come unità e comunità educante, l’ha accolta immediatamente, nonostante la proposta fosse pervenuta ad agosto: quando, cioè, la sua realizzazione era una chimera. Dal momento che, l’orientamento del nostro Istituto, è stato quello di ripartire con una sana presenza in sicurezza, che stiamo preservando e realizzando. L’aspetto più bello e suggestivo di quanto avverrà nel corso della mattinata, sarà la partecipazione e risposta attiva dei ragazzi: attenti, entusiasti, educati e riflessivi, come non mai. Come attestato dalle varie interlocuzioni sottoposte all’attenta premura del Professor Lopalco. A significare che, la campagna di sensibilizzazione avviata sui banchi di scuola e nelle classi, ha sortito i suoi effetti. E questo, per noi, è motivo d’orgoglio, di fronte a risultati così evidenti. Insieme a tutto il corpo docente ed al professor Russo Matteo, insegnante di matematica e responsabile della sicurezza nell’Istituto Alberghiero di San Giovanni Rotondo, stiamo facendo il possibile, affinché tutto si svolga nella massima sicurezza e salvaguardia di coloro che operano all’interno della nostra scuola. Posso affermare che, in tutti i modi possibili, abbiamo cercato di attuare i protocolli vigenti attraverso percorsi differenziati, distanziamento sociale all’interno delle classi ed in tutti i locali, l’uso della mascherina e, instancabilmente, facendo comprendere agli studenti l’importanza dell’utilizzo di tre regole fondamentali: distanza, prevenzione ed igiene. Ai quali, aggiungerei un quarto elemento e, cioè, l’areazione continua dei locali. In tutti i modi, ci stiamo attivando per abbattere i rischi al minor livello possibile, per garantiruna sicurezza collettiva a tutti gli appartenenti a questa comunità scolastica. E’ di primaria importanza rispettare predette, semplici regole. “ Una mattinata che ha vista la partecipazione fattiva di un ricco parterre di ospiti, tra gli altri, di rilievo, la presenza del Dottor Michele Giuliani, Direttore Generale di Casa Sollievo della Sofferenza: “Questa seconda ondata”, - ha dichiarato -, “ ci ha rimessi in allarme, dopo un’estate in cui ci siamo fin troppo rilassati. Sembrava che fosse tutto finito, ma, in realtà, non è mai volta al termine questa situazione emergenziale. Noi, che siamo ospedale Covid, l’abbiamo vissuta e la stiamo vivendo in prima linea. La cosa fondamentale, e per questo è importante anche la giornata di oggi, è la prevenzione. Cioè, far capire a tutti quali siano i comportamenti da adottare, per evitare una diffusione capillare della pandemia e comprendere quali siano i limiti che il virus ci impone, a causa di questa difficile situazione, che stiamo attraversando.

In realtà, si tratta semplicemente di piccole accortezze, quali il portare la mascherina e l’avere un minimo di distanziamento, per scongiurare pericoli molto gravi. Soprattutto ai ragazzi ed ai giovanissimi, bisogna sforzarsi di riuscire a far comprendere, anche attraverso testimonianze prese dalla prima linea, quali siano i rischi a cui si va incontro, nel non rispettare le regole. Di qui, l’importanza della formazione e dell’istruzione.”

 

Di seguito, l’intervento del Dottor Giuseppe Pizzicoli, Presidente Lions Club Gargano, ha messo in evidenza come l’idea di far venire a San Giovanni Rotondo il Professor Lopalco, perno centrale dell’evento, sia nata dalla costatazione che, sebbene le televisioni parlino in continuazione del fenomeno pandemico legato al Covid 19, ci si rende conto, per contro, di come i giovani, soprattutto, sottovalutino la problematica. Di qui, la necessità e l’opportunità di far venire, di persona, il responsabile regionale per le emergenze epidemiologiche. Il quale, gentilmente, nonostante i suoi tanti impegni, non ha esitato a dare il suo consenso. Grazie a cui, è stato possibile organizzare un evento socialmente utile, soprattutto in un periodo tragico, come quello che tutti, indistintamente, stiamo attraversando. Assolutamente illuminante, come più volte ricordato, si è rivelato, nella sua interezza, l’intervento del Professor Lopalco, epidemiologo ed assessore regionale alla sanità, il quale ha tenuto avvinto con la sua chiarezza e dichiarazioni, il pubblico degli astanti...Prevalentemente composto di studenti, che non hanno mai permesso alla loro attenzione di calare. ” E’impressionante “, - ha sottolineato l’esperto - “ la velocità con cui il virus si trasmette, raggiungendo dei numeri che, nessun sistema sanitario nazionale può reggere. Se esso non si ferma nella comunità, attraverso l’adozione di comportamenti corretti, sarà difficile contenerlo. Noi, come sanità pubblica, stiamo facendo di tutto per rallentare la sua diffusione. Non dobbiamo dare le gambe al virus e, quindi, permettergli di correre. Quelli a venire, saranno mesi decisivi, per rallentarne la sua diffusione e crescita esponenziale. E’importante acquisire consapevolezza di ciò che sta accadendo, senza farsi sopraffare dal panico e dalle paure. Al contrario, far funzionare il cervello, con lucidità, ed essere prudenti."

 

Al termine delle sue impeccabili dichiarazioni, ha intavolato un sano e costruttivo dibattito con gli studenti, che, hanno rivolto lui molte domande chiarificatrici di dubbi e perplessità. A moderare i lavori della conferenza, cui è intervenuto, immancabile come sempre, il Sindaco di San Giovanni Rotondo, il Professor Michele Crisetti, che ha portato i saluti di tutta la comunità cittadina, è stato il dottor Matteo Capuano, Medico ASL.

 

Il saluto di commiato è stato affidato sia a Michele Di Maggio, delegato di zona dei Lions, che ha sottolineato quanto radicato sia stato, nel periodo del lockdown, e quanto tuttora lo sia, il loro intervento a favore delle fasce più deboli e famiglie più bisognose, sia al Dirigente Scolastico, Professor Luigi Talienti. “ Con grande orgoglio, al termine di questo evento formativo, “ - ha evidenziato quest’ultimo – “ mi preme ricordare che, contestualmente, la scuola sia stata impegnata anche su di un altro fronte: cioè, su quello di Manfredonia. Un impegno, di pari dignità ed importanza. Ringrazio vivamente i Professori Balta e Cocomazzi, per il coordinamento dei lavori in seno alla manifestazione svoltasi in occasione del Passaggio del Giro d’Italia, ma anche tutti i docenti del Dipartimento, quali il Professor Marinaro e tutti gli assistenti tecnici dell’istituto, che si sono prodigati, al fine di garantire l’ottimo andamento ed esito dell’iniziativa. La scuola, anche per tale finalità, non ha fatto mancare la sua presenza, attraverso l’allestimento di un ricco stand di degustazioni, preparando prodotti tipici e dolci, quale esito e frutto della produttività e del risultato di una didattica svolta in laboratorio.”

 

pubblicità3

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”