Stampa questa pagina
Lunedì, 10 Agosto 2020 15:49

Coronavirus, 9 nuovi casi in provincia di Foggia, Piazzolla: “situazione sotto controllo”

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il presidente della Regione Puglia, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi lunedì 10 agosto 2020 in Puglia, sono stati registrati 690 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 26 (ventisei) casi positivi.

"In data odierna si segnalano in provincia di Foggia 9 nuovi casi di persone positive Covid19. Di questi, 2 sono riconducibili a focolai preesistenti e 3 sono nuovi casi, al momento non collegabili ai focolai già noti. Negli altri 4 casi si tratta di cittadini stranieri presenti sul territorio provinciale. La situazione in provincia dì Foggia è monitorata continuamente ed è sotto controllo da parte delle strutture aziendali. Il Servizio di Igiene intanto sta ricostruendo, per questi ultimi casi, la catena dei contatti per attivare le procedure di sorveglianza attiva, come da protocollo". Dichiara il direttore generale della ASL Foggia Vito Piazzolla.

 

Bollettino lunedì 10 agosto

Il presidente della Regione Puglia, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi lunedì 10 agosto 2020 in Puglia, sono stati registrati 690 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 26 (ventisei) casi positivi: 11 in provincia di Bari, 9 in provincia di Foggia, 6 in provincia di Lecce.

NON sono stati registrati decessi.

 

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati  256.997 test.

3.973 sono i pazienti guariti.

213 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.740, così suddivisi:

1538 nella Provincia di Bari;

382 nella Provincia di Bat;

676 nella Provincia di Brindisi

1239 nella Provincia di Foggia;

591 nella Provincia di Lecce;

282 nella Provincia di Taranto;

32 attribuiti a residenti fuori regione.

 

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

 

pubblicità3

Articoli correlati (da tag)