Venerdì, 05 Giugno 2020 12:29

Rodi Garganico, esami in sicurezza, il “caso studio” dell’Istituto Mauro Del Giudice

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
I cappellini con visiera e l'ingegnere Giuliano Pompilio I cappellini con visiera e l'ingegnere Giuliano Pompilio

Una procedura che prevede l’utilizzo di una visiera,per professori e alunni, realizzata proprio per l’occasione e altre forme di prevenzione, un “caso studio” che guarda anche al futuro con lo scopo di raccogliere dati per la ripresa delle attività di settembre, ecco l’idea dell’ingegnere Giuliano Pompilio.

Un protocollo per contrastare il Covid-19 per permettere lo svolgimento degli esami di maturità in tutta sicurezza, l’iniziativa è dell’IISS di Rodi Garganico e Ischitella, lo studio è curato dall’ingegnere e professore Giuliano Pompilio (in foto). «Parola d’ordine: semplicità e conoscenza in ambito scolastico, ai tempi dell’esame di Stato. Per semplificare ci vuole collaborazione tra tutte le figure scolastiche, al fine di limitare rischi per non farsi sopraffare dal panico e dalle fake news». Spiega Pompilio.

 

Con queste premesse nasce il “caso studio” dell’Istituto scolastico garganico. «Sono favorevole all’esame di stato in presenza- aggiunge Pompilio- anche perché servirà a raccogliere dati e sperimentare procedure e protocolli che obbligatoriamente dovranno essere ripresi per l’apertura delle scuole a settembre. Le linee guide del MIUR prevedono una distanza minima di due metri, la soluzione che abbiamo studiato prevede un emiciclo, a tavola rotonda, con i sette commissari disposti a raggiera, con distanza minima di 2 metri e quindi la distanza dell’alunno sarà così di 3,82 metri».

 

Lo studio è andato oltre e prevede anche l’utilizzo di cappellini dotati di visiera (in foto), sia per i docenti che per gli alunni, realizzati dallo stesso ingegnere.

 

«Considerando già la situazione tragica del distanziamento sociale, e le tristi conseguenze che comporta, per evitare di creare ancora di più una situazione di distacco tra alunno e commissione, abbiamo realizzato dei cappellini con visiere, realizza con plexiglass di alta qualità, per consentire ai commissari e alunni di non portare le mascherine. Questo permetterà all’alunno di non sentirsi particolarmente isolato e di vedersi, cosa molto utile ai fini didattici. Naturalmente dopo tre o quattro candidati, la stanza sarà sanificata con Lampade UVC».

 

Inoltre per permettere il massimo della sicurezza ci sarà anche la sanificazione di piccoli oggetti utilizzati sia che dagli alunni che dai docenti, verrà utilizzato un box a lampada UVC per sanificare penne, matite e cellulari. Altra procedura sarà quella di consegnare le tesine degli alunni il giorno prima dell’esame, il virus non resiste per dodici ore sulla carta.

 

«Infine, tutti gli insegnanti saranno dotati di braccialetti che misureranno la temperatura ogni ora, naturalmente se la temperatura di chiunque dovesse superare i 37,5° C, la sessione verrà sospesa per i debiti controlli del caso,il monitoraggio sarà gestito da personale scolastico. Mentre agli alunni la temperatura verrà misurata prima di entrare in aula- aggiunge Pompilio. Questa procedura vuole essere un esempio perfettibile da migliorare con il contributo di tutti gli attori presenti nello scenario scolastico, con metodiche innovative e tecnologicamente sostenibile, anche dal punto di vista economico, per proiettare finalmente la scuola nel ruolo centrale che deve assumere nel Paese, il quale richiede cambiamenti, innovazioni e comportamenti adeguati alle future sfide che ci attendono». Conclude.

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”