Venerdì, 11 Ottobre 2019 09:26

San Giovanni R., i residenti di Corso Roma scrivono al sindaco: “Eccesso di velocità, attraversamenti pedonali sono solo vernice su asfalto”

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(0 Voti)

Una petizione per chiedere interventi all’amministrazione comunale, ma anche per chiedere maggiore senso civico, “Rischio di investimento. Per quanto andrà avanti questa situazione? Per quanto tempo ancora le giovani mamme dovranno avere il terrore di attraversare la strada con i propri piccoli?”.

I cittadini residenti in Corso Roma, Via Pertini, Via Massa, Via Don Sturzo e altre strade della stessa zona, hanno provato già nel 2018 a porre l’attenzione con una petizione indirizzata all’amministrazione guidata da Costanzo Cascavilla. Ci riprovano, sperando in una maggiore attenzione da parte dell’attuale amministrazione comunale guidata da qualche mese da Michele Crisetti.

 

Si rivolgono alla politica anche se, scrivono, “la soluzione ideale resterebbe sempre e soltanto usare del sano buon senso civico per evitare che possano verificarsi incidenti ancora più gravi o addirittura tragedie annunciate.”

 

La lettera

“Noi residenti in Corso Roma esprimiamo con la presente tutta la nostra preoccupazione e denunciamo con urgenza la situazione di pericolo dovuta all’eccesso di velocità con cui gli autoveicoli percorrono Corso Roma, in particolare nel tratto che va dall’incrocio con Viale della Gioventù fino al semaforo in corrispondenza di Via Foggia. Numerosi sono gli episodi già verificatisi di sinistri stradali (dovuti alla velocità eccessiva)di investimento di animali e in generale di scarso rispetto del codice della strada da parte degli automobilisti. Gli attraversamenti pedonali sono solo vernice su asfalto e valgono meno che zero. La precedenza è sempre dei veicoli che sopraggiungono a gran velocità. Nemmeno la presenza delle vaste pozze d’acqua che si formano in caso di pioggia fungono da deterrente e in quel caso alla velocità si aggiunge la beffa di rientrare a casa completamente zuppi d’acqua. Il fenomeno ormai rappresenta la normalità e si manifesta nell’arco dell’intera giornata con picchi elevati nelle prime ore pomeridiane e in quelle notturne, in cui non è raro udire accelerate seguite da brusche frenate. Considerato che stiamo parlando di una zona con alto tasso di frequentazione in cui vi sono diverse abitazioni,numerose attività commerciali e una scuola ci si rende conto di quanto sia elevato il rischio di investimento. Per quanto andrà avanti questa situazione? Per quanto tempo ancora le giovani mamme dovranno avere il terrore di attraversare la strada con i propri piccoli? Noi residenti nel tratto di strada indicato denunciamo questa situazione (certamente non l’unica in paese) agli organi di stampa e agli emittenti locali così che possano divulgarla il più Possibile con la speranza che questo possa contribuire a sensibilizzare la collettività sul tema. Esistono diverse “soluzioni forzate” al problema: controllo elettronico della velocità, telecamere, dossi artificiali o le cosiddette “zone 30 km/h” come avvenuto ad esempio sul lungomare di Barletta, ma la soluzione ideale resterebbe sempre e soltanto usare del sano buon senso civico per evitare che possano verificarsi incidenti ancora più gravi o addirittura tragedie annunciate.”

 

PUBBLICITA'

pubblicitàrottamazioneinternet

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”