Giovedì, 03 Ottobre 2019 09:18

Forum delle Economie Turismo, Capone: “I Comuni che vogliono investire sul turismo devono organizzarsi”

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(0 Voti)

L'economia del turismo produce il 13,6%, crescono le imprese e la occupazione, servono competenze a servizio nel turismo e bisogna investire nella formazione per un vero salto di qualità, per un turismo che aumenti la spesa diminuendo l'impatto, per dare servizi di qualità.

Al Forum delle Economie Turismo, organizzato da Unicredit nella Camera di Commercio di Bari è stato firmato l'accordo del settore Turismo tra Federalberghi Puglia e Unicredit.

 

L'assessore al turismo, Loredana Capone, ha poi partecipato a una tavola rotonda con il presidente di Federalberghi Puglia, Francesco Caizzi, l'amministratore delegato di Laterza Spa, Alessandro Laterza, l'Ad di RG Holding srl, Roberto Pagliara e la Regional Manager Sud di Unicredit, Annalisa Areni.

 

  "Le previsioni sulla crescita dei flussi turistici sull'internazionalizzazione contenute nel Piano strategico del turismo  trovano riscontro nella realtà"ha detto l'assessore Capone "Dal 2015 al 2018  gli arrivi e le presenze in regione sono aumentate del 18% e del12%; la crescita dall'estero è stata del 43% e del 33%. Un turista su quattro è quindi straniero.

 

 Il tasso d'internazionalizzazione  ha raggiunto rispettivamente il 25,6% per gli arrivi e il 23,4% per le presenze.

 

Di questo passo la Puglia sta riducendo il gap che la distanziava dalle principali destinazioni d'Europa e del Mediterraneo e con una crescita media annua del 7% punta a raggiungere il 30% d'internazionalizzazione dell'incoming nei prossimi cinque anni.

 

Questa crescita comporta ulteriori sfide: se si punta sui mercati stranieri e sulla destagionalizzazione  si deve puntare anche su una offerta culturale e di eventi tutto l'anno.Per questo abbiamo sostenuto eventi in tutta la Puglia e tutto l'anno  con il dipartimento cultura,  con incentivi non solo sulle strutture ma anche sui contenuti e sugli eventi.

 

Oggi servono competenze a servizio nel turismo e bisogna investire nella formazione per un vero salto di qualità, per un turismo che aumenti la spesa diminuendo l'impatto, per dare servizi di qualità. I Comuni si devono sentire una destinazione  turistica e devono fare un piano di commercio, trasporti e artigianato. La Regione ha dunque  pronta una bozza di legge che interviene e sviluppa proprio le DMO, Destination management  organization".

 

Capone ha poi riportato i dati che gli esperti del Dipartimento di Economia dell'Università Ca' Foscari di Venezia hanno stimato nella recente ricerca "L'impatto economico del turismo in Puglia", realizzata per conto di Pugliapromozione e che verrà presentata in autunno, nella quale, per la prima volta, è stato misurato l'impatto economico del settore per imprese, turisti e residenti.  

 

                     PUBBLICITA'

pubblicitàrottamazioneinternet

 

 

"L'impatto economico del turismo in Puglia è tangibile. L'indotto turistico pugliese ha raggiunto numeri da record: 6,4 miliardi di euro sui consumi finali (12,3% sui consumi finali delle famiglie residenti e non totali del 2017), 8,9 miliardi in termini di valore aggiunto (13,6% del totale valore aggiunto).

 

Il turismo in Puglia crea un indotto occupazionale in termini di addetti pari a 135.000 addetti (15,4% del totale) coinvolti nella filiera turistica. Oggi però servono competenze a servizio nel turismo e bisogna investire nella formazione per un vero salto di qualità, per un turismo che aumenti la spesa diminuendo l'impatto, per dare servizi di qualità.

I Comuni che vogliono investire sul turismo devono organizzarsi e lavorare con piani che intervengano a favore dei settori collegati: urbanistica e attività produttive , commercio, artigianato e trasporti".

 

 

pubblicità3

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”