Venerdì, 22 Febbraio 2019 11:06

La birra Gargantua ottiene la menzione speciale al Beer Attraction di Rimini

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(0 Voti)

Debutto con i fiocchi per la birra Gargantua al Beer Attraction 2019 di Rimini. La birra garganica ha partecipato per la prima volta alla fiera internazionale più importante per i birrai artigiani italiani, collezionando la menzione speciale con un inaspettato quinto posto di categoria.

Beer Attraction, giunto ormai alla quinta edizione, è diventato in pochi anni il più grande e rinomato appuntamento business di riferimento per i produttori di birra artigianale. Partner strategici della manifestazione sono UNIONBIRRAI, Italgrob, FIC-Federazione Italiana Cuochi e CAST Alimenti.

 

Quest'anno la manifestazione ha chiuso un'edizione senza precedenti: dal 16 al 19 febbraio l'ente fiera di Rimini ha ospitato oltre 32mila presenze, con un +40% rispetto allo scorso anno, 600 gli espositori da ben 10 paesi esteri (Belgio, Germania, Spagna, Austria, Polonia, Francia, Gran Bretagna, Repubblica Ceca, Stati Uniti e Canada), 247 i giornalisti e blogger accreditati con una straordinaria visibilità su grandi media e social. Per la prima volta presente la Brewers Association (BA), associazione di 5mila produttori di birre artigianali statunitensi, che ha illustrato i nuovi trend americani di locali e consumi.

 

La birra Gargantua, una delle quattro prodotte dall'azienda omonima di San Nicandro Garganico, ha partecipato al 14esimo concorso "Birra dell'Anno" confrontandosi con 1994 birre di 327 produttori italiani, tra cui molti "giganti" ormai famosi nel panorama nazionale, divise per caratteristiche di prodotto in 41 categorie. Inserita nella categoria 28 (birre scure, alta fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione belga) ha esordito con un quinto posto equivalente alla "menzione speciale". Prima classificata della stessa categoria la Mukkamannara, del noto birrificio marchigiano Mukkeller che ha ottenuto il prestigiosissimo premio di "Birrificio dell'Anno" con medaglia d'oro.

"Abbiamo partecipato per la curiosità e l'ambizione di capire meglio il panorama nazionale - racconta Vincenzo Vocale, titolare del Birrificio Gargantua - e con grande sorpresa abbiamo ricevuto questo riconoscimento che - sottolinea Vocale - non è altro che la conferma in un certo senso istituzionale dell'apprezzamento sempre crescente delle nostre birre".

 

Il birrificio Gargantua nasce a San Nicandro Garganico nel 2015 e a giugno dello stesso anno sdogana la prima birra del progetto Terrazzana, prodotta con gli agrumi del Promontorio. L'ottimo successo presso il pubblico permette all'azienda di investire subito su altre tre tipologie di birra che celebrano il Gargano: la Punica, caratterizzata dal succo di melograno, una seconda Terrazzana con spezie e la Gargantua, prodotta con miele d'api e miele di fichi. Tutte birre caratterizzate con materie prime locali. Da quest'anno, addirittura il luppolo utilizzato per la produzione rinviene dalla prima piantagione autoctona nella storia del Gargano, a cura dell'Azienda agricola Vocino, in località Palmieri dell'agro sannicandrese.

 

 pubblicità2

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”

pubblicita elezioni

 

Giuseppe Limosani Il Maestro Partigiano