Giovedì, 18 Ottobre 2018 17:38

Emiliano visita l’ospedale di San Giovanni Rotondo: “in questa struttura di eccellenza pugliese vengono a curarsi anche dal nord Italia”

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(1 Vota)
Un momento della visita Un momento della visita

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano è stato oggi a San Giovanni Rotondo, per visitare l’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza.



“Abbiamo appena finito – ha detto Emiliano uscito dai reparti che ha visitato - un briefing con tutti i primari, i capi dipartimento e il direttore dell’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo. Abbiamo fatto così il punto sulle cose che funzionano e su quelle che dobbiamo migliorare. Abbiamo discusso del rapporto tra l’ospedale,  la medicina del territorio e gli altri ospedali della provincia di Foggia.

 

Insomma, abbiamo fatto una necessaria precisazione del chi fa che cosa, abbiamo approfondito  cosa fa la sanità del territorio, cosa deve fare la rete dell’emergenza-urgenza, ma soprattutto il ruolo dei grandi ospedali di eccellenza che ormai sono diventati  necessari per la salute dei pugliesi.

 

Più in generale questo è un luogo nel quale chiunque può accedere come in un ospedale pubblico. E’ vero, qui c’è un’origine religiosa, ma è un ospedale pubblico di proprietà privata che fa parte del sistema sanitario regionale della Puglia”.

 

Emiliano ha poi spiegato che “oggi è successo anche qualcosa di imprevedibile: in un corridoio abbiamo incrociato un paziente accompagnato dalla moglie. Questo paziente veniva da Mantova perché solo qui a San Giovanni Rotondo in Puglia si fanno delle terapie con le cellule staminali molto innovative.  Solo qui c’è una sala operatoria ibrida nella quale è possibile alternare la cardiochirurgia classica con la cardiochirurgia a basso impatto e questo accelera la guarigione postoperatoria dei pazienti”.

Solo in questa struttura è possibile infatti fare cure sperimentali sulla sclerosi multipla con cellule staminali neurali, una terapia innovativa disponibile solo nella nostra regione. Ed è disponibile una sala operatoria ibrida della Cardiochirurgia, che consente di eseguire interventi mininvasivi e microinvasivi con degli accessi molto piccoli in alternativa alla sternotomia.

 

“La nostra volontà è quella di essere sempre di più parte integrante delServizio Sanitario Regionale – spiega Domenico Crupi direttore generale dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza – e in quest’ottica abbiamo instaurato con la Regione Puglia dei rapporti costruttivi, serrati e franchi. Nel corso di quest’ultimo anno la Regione ci ha dato come obiettivo l’aumento della complessità delle prestazioni al fine di bloccarel’emorragia dei pazienti verso altre regioni, un campo in cui stiamo avendo risultati significativi. In merito all’attrattività extraregionale, invece,in cui siamo il primo Ospedale della Puglia, voglio sottolineare che chi sceglie di venire in Casa Sollievo per curarsi lo fa soprattutto per l’efficacia dei nostri processi clinici e per la qualità della nostra ricerca scientifica. Così facendo contribuiamo a ridurre il saldo negativo della mobilità della Regione Puglia”.

sgr1

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”