Venerdì, 09 Febbraio 2018 17:34

Progetto "Zero cani in canile" di Vieste vola in Campidoglio: combatte il randagismo e crea sviluppo

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(1 Vota)

Sarà presentato a Roma, con ingresso aperto a tutti, il 15 febbraio alle ore 16 presso la Piccola Protomoteca in Campidoglio il progetto di lotta al randagismo Zero cani in canile, nato a Vieste, in sperimentazione nella provincia di Foggia ed oramai conosciuto in tutta Italia

 

Il progetto è stato ideato dalla viestana esperta di marketing territoriale Francesca Toto ed applicato con successo dal gruppo dei volontari della Lega Nazionale per la Difesa del cane di Vieste. In sette anni ha visto l’abbattimento del fenomeno randagismo e relativi costi in favore di uno sviluppo economico e turistico Animal friendly, senza precedenti: strutture turistiche, ristoranti, bar, lidi, cinoanimatori della FISC, cani bagnini SCISAR, escursioni, percorsi trekking e anche una gelateria per cani che lo scorso anno fece parlare di Vieste anche all’estero. Nel 2018 è in previsione una collaborazione con il motociclista e animalista Giacomo Lucchetti ed il suo progetto Cuori in corsa. A Cerignola dove lo applicano da anni Gli Amici di Balto, sta portando alla riconversione di un canile lager in oasi senza gabbie. Zero cani in canileha di innovativo che non punta a combattere il randagismo con l’uso dei canili ma con il supporto di una rete di famiglie e aziende. Importante il ruolo di soggetti come le associazioni di categoria, i Parchi e i GAL (Gruppi di Azione Locale). Fu proprio il GAL Gargano infatti, a sperimentare qualche anno fa per primo in Italia con “Il GAL in Masseria con la Pet therapy”, un progetto che univa valorizzazione del territorio e benefici della relazione uomo-animale-natura.A fare gli onori di casa al Sindaco di Vieste Giuseppe Nobiletti e ai promotori del progetto,il 15 febbraio saranno presenti per il Comune di Roma: Giuseppina Montanari, assessore alla Sostenibilità ambientale; Daniele Diaco, presidente Commissione Ambiente; Edgar Meyer, referente Benessere animale Assessorato alla sostenibilità ambientale. Per l’occasione sarà presentato in anteprima nazionale il videoclip “Vieste città animal friendly” .

Interverranno:

Rosalba Matassa: Il Randagismo, azioni di contrasto e prevenzione

Giuseppe Nobiletti, Sindaco di Vieste: i benefici per gli enti pubblici dell'applicazione del progetto Zero cani in canile

Michele Pezone avvocato della LNDC:,il ruolo delle associazioni nella promozione delle adozioni

Chiara Valentino, Ass. Amici di Balto- CPPAFG: Come riconvertire i canili in oasi senza gabbie

Francesca Toto, Esperta marketing territoriale e ideatrice del progetto Zero cani in canile: il randagismo da peso a risorsa sociale ed economica

Nicoletta Pagano, Presidente LNDC Vieste sez. Orta Nova: Presentazione anteprima nazionale videoclip LNDC "Vieste città Animal friendly"

Giacomo Lucchetti, Progetto Cuori in corsa e Zero Cani in Canile l'importanza di fare rete

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”

 

Giuseppe Limosani Il Maestro Partigiano