Venerdì, 24 Luglio 2015 16:36

A FestambienteSud il 'Premio Antonio Facenna'

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

Intitolato alla giovane vittima dell'alluvione del 2014, assegnato a 10 giovani aziende agricole italiane. Domani la premiazione.

Sul Palco è la volta dell'omaggio a Enzo Del Re con la partecipazione di Timisoara Pinto, Angelo Amoroso d'Aragona, Andrea Satta e Tonino Zurlo. Poi è la volta dell'artista Meg; mostra mercato,Cantina del Mediterraneo, le degustazioni della Via del Gusto.

 

Saranno 10 le giovani aziende italiane dalla Sicilia al Piemonte, premiate a FestambienteSud, domani, 25 luglio, con il Premio Antonio Facenna, promosso da Legambiente e Slow Food, con l'obiettivo di dare un riconoscimento ai giovani agricoltori, allevatori, pescatori e cuochi, valorizzandone le storie.Poi è la volta dell'omaggio a Enzo del Re promosso dal Gal Gargano, con la presentazione del volume "Lavorare con lentezza. Enzo del Re il corpofonista" edito da Squilibri. Dopo la presentazione da parte dell'autrice Timisoara Pinto e del regista Angelo Amoroso d'Aragona, autore di un fortunato documentario su Del Re, si esibiranno Tonino Zurlo e Andrea Satta dei Tétes de Bois e interventi di Timisoara Pinto e per la presentazione del volume "Lavorare con lentezza. Enzo del Re il corpofonista" edito da Squilibri. 

 

Antonio Facenna era un ragazzo di 24 anni che, in controtendenza rispetto ai suoi coetanei, aveva scelto di fare l'allevatore di razze autoctone del Gargano, grazie ad un amore immenso per la sua terra, per gli animali e per la natura. L'alluvione dei primi di settembre 2014 l'ha portato via durante il tentativo di mettere in sicurezza il proprio bestiame. Antonio rappresenta i tanti i giovani che, probabilmente sotto la spinta della crisi economica e del mercato del lavoro, stanno ritornando alla terra con intelligenza e attenzione all'identità, pur in una fortissima dinamica di innovazione.


Coordina la sessione di premiazione il giornalista Rai Enzo del Vecchio, e dopo i saluti del dott. Andrea Cantadori, commissario del Comune di Monte Sant'Angelo, del presidente del Parco Nazionale del Gargano Stefano Pecorella e del Presidente del Gal Gargano, Francesco Schiavone, saranno i presidenti nazionali di Legambiente, Vittorio Cogliati Dezza, e Slow Food Italia, Nino Pascale, ad intervenire per spiegare le ragioni del premio. Segue la premiazione di dieci esperienze italiane di ritorno alla terra a cura di Vanessa Pallucchi (segreteria nazionale di Legambiente) e Salvatore Taronno (vice presidente di Slow Food Puglia). In chiusura il ricordo della figura di Antonio Facenna con gli interventi di Mario Pasquale di Viesti, Luciano Castelluccia, Luigi Giordanoe con la proiezione di immagini e video su Antonio Facenna. Sarà presente la famiglia Facenna e sono stati invitati: il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano e i sindaci di Carpino e Vico del Gargano Rocco Manzo e Michele Sementino. 

 

Lungo la Via Gambadoro prosegue La Via del Gusto con degustazioni gratuite a cura del Gal Gargano con il supporto operativo dell'associazione cuochi di Capitanata. In chiusura di giornata nel Chiostro delle Clarisse prosegue l'esperienza della Cantina del Mediterraneo con vini e birre artigianali della Capitanata e con l'esibizione musicale di Budino &Zerodue in loopstation. Spazio sponsorizzato da AzzeroCO2.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”