Lunedì, 16 Dicembre 2013 20:53

"O tempora, o mores", Lio Fiorentino:«ingiusti 4000 euro per una serata»

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Giovedì 19 dicembre andrà in scena, al Palladino di San Giovanni Rotondo, lo spettacolo teatrale "O tempora, o mores, la politica al tempo degli dei". Ad organizzare l'evento l'Assessorato alla cultura del Comune, retto da Michele di Maggio, in collaborazione con i Lions Club. La produzione è firmata dal teatro Arcobaleno di Roma con la regia di Michele Di Martino, costo della serata 4.000 euro. Nel cast compare il nome del garganico Raffaello Lombardi

Tanto basta per scatenare il dissenso tra chi si occupa di teatro da molto tempo a San Giovanni Rotondo. Raggiungiamo telefonicamente il regista Lio Fiorentino della compagnia teatrale Gli Artisti di Provincia: «Non capisco come possa succedere una cose del genere, tengo a precisare che non ho nulla contro la compagnia teatrale che farà lo spettacolo giovedì, ma mi chiedo come è possibile che in città ci sono sei compagnie teatrali che fanno fatica ogni anno a mettere in scena spettacoli. Il Comune non è vicino al nostro lavoro e spende 4.000 euro per una serata». 

 

Secondo lei che cosa è successo?

«Non ho idea, io dico solo che è immorale. Noi facciamo le prove al freddo, il Comune mette a disposizione la sala del complesso di Largo delle Monache e basta. L'ultima volta tre anni fa abbiamo ricevuto un contributo di meno di duecento euro». 

 

Che dovrebbe fare il Comune?
«Nel caso specifico avrebbe dovuto costruire una rassegna e magari coinvolgere tutte le compagnie di San Giovanni e all'interno della rassegna si poteva pensare anche di ospitare una compagnia teatrale di fuori, così la trovo un'ingiustizia». 

 

Lei conosce lo spettacolo? Si è chiesto come mai è stata scelta questa compagnia?
«No. Ho capito che di mezzo ci sono i Lions Club. Questa è vecchia politica, forse non si sono accorti che il mondo sta cambiando, la politica è cambiata. Un bravo amministratore non si fa condizionare fa le cose giuste, o a tutti o a nessuno. Se pensa che con queste azioni possa raccogliere consensi è fuori dalla storia. Secondo me non ascoltano il telegiornale». 

 

Mi pare particolarmente arrabbiato...
«Certo. Mio padre ha scritto oltre settanta commedie, noi facciamo tanta fatica per portare avanti la cultura teatrale della nostra comunità e i politici come utilizzano i fondi pubblici? Ogni volta dobbiamo trovare i soldi per la sala, i soldi per le luci. Dietro questo gesto dell'assessore c'è la mancanza di rispetto nei nostri confronti. Io mi aspetto dalla politica coinvolgimento, che si spenda per la valorizzazione della cultura teatrale fuori da logiche di ritorno personale. Spero che anche le altre compagnie facciano sentire la propria voce». 

 

Che cosa consiglia all'assessore alla cultura?

«Bisognerebbe tornare almeno a garantire il costo del teatro, come si faceva una volta, con una convenzione con il Palladino. Poi, ripeto, bisognerebbe convocare tutte le compagnie teatrale e pensare a qualcosa di strutturato dove magari coinvolgere anche spettacoli di compagnie di fuori paese».

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”